LA NOTTE DELLE ECCELLENZE, UN SUCCESSO ANNUNCIATO. CONSEGNATI I PREMI

ALVIGNANO. Alla scoperta di valori e tradizioni con OrtensiaWay, gran riscontro per ‘La Notte delle Eccellenze’. Consegnati i premi a Michele Mirabella, Franco Pepe e Francesco Landolfi. Grande successo per la rete costruita nell’Alto Casertano tra istituzioni, professionisti e produttori della filiera locale. La serata evento ‘OrtensiaWay – La notte delle Eccellenze’ raccoglie il consenso di pubblico e territori che per la prima volta si uniscono per dare voce alle potenzialità di luoghi e tradizioni ad esse annesse, al fine di incentivare turismo e promozione territoriale.La manifestazione organizzata a Villa Ortensia D’Avalos, nel cuore di Alvignano, in provincia di Caserta, ha accolto la sollecitazione dell’ex presidente degli Industriali di Napoli e proprietario della Villa, dott. Ambrogio Prezioso, impegnato da anni nel valorizzare il rapporto esistente tra enogastronomia e territorialità, seguendo i dettami della Dieta Mediterranea. Sua è infatti la riqualificazione di via Brin con un progetto architettonico dedicato alle ‘Eccellenze Campane’, intorno al quale sono raccolte molte aziende di Napoli e dintorni.”Da tempo ragiono sul rapporto esistente tra agricoltura e territorio – afferma Prezioso – credo sia nostro compito fare qualcosa per rilanciare un’area che può tornare ai fasti di un tempo”.

Da qui OrtensiaWay traccia un percorso di ripartenza per il comparto enogastronomico casertano tra conoscenza di prodotti salutari e ad impatto zero, presentati in un viaggio culinario preceduto dall’elencazione dettagliata di prodotti enogastronomici locali. L’alga spirulina, la cipolla alifana, il maialino casertano, uova biologiche, salumi e carni senza nitrati, conciato romano, prodotti caseari di bufala D.O.C., birra artigianale e olio e vino di produzione locale, arrivano in tavola durante la cena di gala messa a punto su consulenza scientifica della biologa Michelina Petrazzuoli e dell’enologo Vincent Renzo.

Luci accese sulla corretta informazione dei concetti legati alla salute, grazie all’ospite d’onore Michele Mirabella, sollecitato durante la serata a fornire spunti di riflessione accurata sulla Dieta Mediterranea e la sua applicazione ai vari territori.

Il Prof.Mirabella riceve il Premio all’Eccellenza del giornalismo con menzione di merito, consegnato dal Direttore artistico della Kermesse, il Maestro Daniele Zanfardino.

Seguente è la motivazione del Premio consegnato:A Michele Mirabella per aver analizzato gli argomenti medico-scientifici in tutte le loro sfaccettature, con linguaggi esperti, ma accessibili, divenendo volto affidabile e amato dal grande pubblico. Pe rl’infaticabile lavoro di approfondimento svolto non solo in ambito giornalistico, ma anche autorale e formativo, ricercando la notizia e il confronto di opinioni per una divulgazione chiara e corretta, diventando riferimento collettivo per esperti e non.Tra i premiati figura anche il miglior pizzaiolo al mondo, Franco Pepe, esperto panificatore, cavaliere della Repubblica ed ambasciatore della dieta mediterranea nel mondo. A consegnare il premio è il Dott. Vito Amendolara, Presidente Nazionale dell’Osservatorio per la Dieta Mediterranea.

Motivazione del Premio all’Eccellenza Imprenditoriale:Per la dedizione e la creatività con cui si è distinto nel settore della panificazione, mettendo in campo le strategie e le competenze necessarie a far sì che l’arte della pizza, la filiera ad essa connessa ed il turismo, diventassero asset fondamentale per l’economia territoriale. Per essersi contraddistinto mettendo in campo una serie di iniziative che hanno puntualmente acceso i riflettori su di lui e sul Casertano, traducendone potenzialità e successo.Riceve il Premio all’Eccellenza Artistica il Baritono Francesco Landolfi, casertano di origine, ambasciatore del bel canto in Italia e nel mondo. A insignirlo è il Prof. Michele Mirabella, con cui Landolfi ha più volte lavorato seguendo la regia lirica del noto autore e giornalista televisivo.

Motivazione del Premio:

Per la dedizione al Teatro lirico attraverso lo studio serio, costante e profondo dei tanti personaggi portati sulle scene con puntuale fedeltà alle pagine musicali dei diversi compositori ed epoche, ponendo in grande risalto le naturali doti di non comune potenza, estensione e suadenza timbrica del proprio strumento vocale. Ha dotato ciascuna interpretazione di un’impronta vivida, moderna ed emotivamente coinvolgente, grazie anche alla costante attenzione verso la “parola scenica”, ad un fraseggio musicale accorto, una dizione chiarissima ed eccezionali capacità attoriali.Concludono la serata le esibizioni del Tenore Daniele Zanfardino e del Baritono Francesco Landolfi, impegnati in un omaggio alla Campania con la celeberrima ‘O sole mio’, cantata secondo fraseggio lirico.

 

About Redazione (10946 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: