MATESE-NERETO 1-1, IL CUORE NON BASTA, SPRECA TROPPO LA SQUADRA DI URBANO, PAREGGIO DI CONGIU A TEMPO SCADUTO

Emiddio Bianchi. Piedimonte Matese. La squadra di Urbano ci mette tutta la buona volontà ma spreca troppo e alla fine si deve accontentare di un pareggio, giunto peraltro nei minuti finali, contro un’avversaria apparsa tutt’altro che trascendentale. Il Matese recupera Alfageme e l’argentino si dà subito da fare con una pregevole azione nella quale dopo appena cinque minuti sfiora la rete. Nella stessa azione si infortuna nuovamente alla coscia e Urbano è costretto a sostituirlo con Ricci che si vedrà negare il gol in un paio di occasioni. Il dominio del Matese è evidente ma inconcludente, anche con lo stesso El Ouazni. Inizio ripresa da incubo per la squadra di Piedimonte che al primo tiro in porta degli ospiti con una punizione da posizione impossibile perfora la rete del colpevole Del Giudice, anche oggi sul banco degli imputati, nell’unico tiro scagliato nel suo specchio della porta. Le numerose azioni da gol fallite dal Matese rischiano di condannarlo ad una immeritata sconfitta, evitata da Congiu in zona Cesarini, che trafigge in mischia il portiere del Nereto, protagonista di una super prestazione e migliore dei suoi nonostante i suoi 18 anni. A proposito di giovani, quelli scesi in campo per il Matese devono sudare ancora le proverbiali sette camicie. Un punto in due partite per Urbano. Troppo poco per una squadra che aspira a posizioni di riguardo. Qualche ulteriore innesto, come quello positivo del rientrante Albanese, farebbe più che comodo.

About Emiddio Bianchi (3914 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: