ELETTORANDO A PIEDIMONTE – BORRECA E CIVITILLO FIRMANO UN PATTO SU ALCUNI OBIETTIVI AL DI LA DEL RISULTATO

Piedimonte Matese. Questa è nuova ma se rispettata , se concretizzata sul campo potrà essere un fatto positivo per la città tranne poi che subentrano dissapori che fanno saltare tutto ma non vogliamo essere pessimisti. Intanto sono in due che ci hanno messo la faccia.  Poco fa, infatti,  il candidato sindaco della lista Adesso Piedimonte, Maria Borreca, e il candidato sindaco della lista Rise-Rinascita matesina, Vittorio Civitillo, hanno firmato pubblicamente il “patto per la città”. Entrambi i candidati, dunque, si assumono l’impegno a realizzare alcune azioni ben definite a prescindere dall’esito elettorale e dal rispettivo ruolo all’interno del Consiglio Comunale. Il nostro impegno politico è da sempre incentrato sulla democrazia e in questa campagna elettorale lo abbiamo voluto dimostrare con un approccio propositivo. Ogni occasione di dialogo che metta il cittadino al centro della vita pubblica e politica della città è un passo avanti per tutta la comunità.Pertanto, siamo molto rammaricati che l’iniziativa sia stata rifiutata da una lista e completamente ignorata dall’altra. Non abbiamo chiesto accordi o compromessi, bensì un’assunzione di responsabilità reciproca verso gli elettori e una dimostrazione di concretezza dopo settimane di campagna elettorale in cui si è sentito spesso parlare di cambiamento.

Qui di seguito il testo integrale del patto.

PATTO PER LA CITTÀ

La sottoscritta Maria Borreca, candidata a Sindaco per la lista “Adesso Piedimonte” della città di Piedimonte Matese, e il sottoscritto Vittorio Civitillo, candidato a sindaco della lista “Rise – Rinascita Matesina” della medesima città, stipulano il seguente patto per la città di Piedimonte Matese che richiede l’impegno reciproco, a prescindere dai risultati elettorali delle rispettive liste, a mettere in campo tutte le energie possibili rispetto ai seguenti punti programmatici:

𝟏) L’istituzione del Bilancio Partecipato e gli strumenti di partecipazione civica

Introduzione del “Bilancio Partecipato”, attraverso il quale i cittadini possano proporre e decidere su quali obiettivi destinare una parte del bilancio del Comune e la creazione di una piattaforma di partecipazione web per il coinvolgimento e la consultazione dei cittadini anche sulla qualità dei servizi erogati dall’amministrazione comunale.

𝟐) Una revisione del Regolamento del Consiglio Comunale

Gli Enti Locali hanno subito diverse riforme, tutte tese a migliorarne il funzionamento e l’efficienza. L’attuale sistema elettorale conferisce stabili e durature maggioranze ma ha di fatto relegato le opposizioni a ruoli marginali e per nulla incisivi, svuotando in questo modo le assemblee elettive di quelle funzioni di stimolo, programmazione e controllo che avrebbero dovuto avere. Una maggioranza solida non è necessariamente sinonimo di qualità di governo o di politiche pubbliche largamente condivise; spesso si assiste a vere e proprie “dittature della maggioranza” che compromettono la qualità della democrazia locale. È necessario e urgente, dunque, riscrivere insieme il Regolamento del Consiglio Comunale per migliorarne l’efficacia e l’efficienza e per realizzare quel gioco di pesi e contrappesi, senza ridimensionare i rapporti di forza tra maggioranza e opposizione, tanto caro ai nostri Padri Costituenti e tanto necessari per la credibilità del sistema democratico.

𝟑) L’istituzione di un’Assemblea Pubblica per la Trasparenza

L’istituzione di una “Assemblea Pubblica per la Trasparenza”, da tenere con frequenza trimestrale col compito di illustrare ai cittadini lo stato del bilancio comunale e le attività pianificate, anche attraverso un documento semplice e chiaro che sia comprensibile ai “non addetti ai lavori”, e di monitorare le politiche previste nei piani anticorruzione, della trasparenza e della performance.

Con la presente stipula, i tre punti sopra citati possono essere considerati prioritari dalle due compagini elettorali ai fini di un’azione amministrativa che metta il cittadino al centro, favorisca il dialogo, la partecipazione e la collaborazione politica, accresca il sentimento di fiducia nei confronti delle istituzionali locali e garantisca una democrazia forte a Piedimonte Matese.I convenuti pertanto si impegneranno per la completa realizzazione di quanto suddetto entro un anno dal loro insediamento.

 

 

About Redazione (10967 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: