”ENDOMETRIOSI: OSTACOLO SUPERATO?”, DOMANI LA GIORNATA DI STUDI ALLA CASA DI CURA VILLA FIORITA DI CAPUA

 

Capua. L’endometriosi quale patologia invalidante che si trasforma in male sociale e oscuro per tante donne, fa meno paura grazie ad una serie di cure ed accorgimenti che saranno al centro  del convegno dal titolo “Endometriosi: ostacolo superato” in programma per la mattinata di domani sabato 2 ottobre, presso la Casa di Cura “Villa Fiorita” di Capua. Ad aprire la giornata di studi saranno i saluti di Raffaella Sibillo, presidente del CdA della clinica capuana, e di Pierluigi Pozzuoli, coordinatore del reparto di ginecologia e ostetricia della casa di cura; mentre l’introduzione e la presentazione del convegno saranno curate da Giuseppe Perrella, direttore sanitario della struttura. I lavori, sotto la direzione scientifica di Rosalba Gallo, aiuto del reparto di Ginecologia e responsabile del relativo ambulatorio di Villa Fiorita, si svilupperanno attraverso due sessioni, presiedute da Pierluigi Maria DʼOnofrio, responsabile della Diagnostica e Chirurgia ginecologica, e moderate da Italo Ardovino, responsabile della Chirurgia laparoscopica pelvica presso la Casa di cura Santa Rita di Avellino, e de Luigi Improda, responsabile della Chirurgia oncologica della pelvi presso l’Università Federico II di Napoli. Le relazioni della prima sessione saranno tenute, nell’ordine, da Marilena Mone su “Approccio e supporto psicologico alla paziente affetta da endometriosi”; Michele Renzo “Etiopatogenesi dellʼendometriosi”. ”Correlazione tra endometriosi e sistema nervoso autonomo”; Adnan Abu Samra su “Prelievo e conservazione di ovociti nella paziente affetta da endometriosi”; Giuseppe Valente e Rosa Di Meo su “Diagnositca ecografica e classificazione Iota”. Lesione ”endometriosica”: ”Quando terapia medica e quando terapia chirurgica?”; Daniela Berritto su “Risonanza magnetica”; Errico Perillo su “Laparoscopia diagnostica”; Francesco Cosentino su ” Utilizzo del verde indocianina nella chirurgia dellʼendometriosi profonda”; Francesco Improda su “Endometriosi ovarica e rischio oncologico”. La seconda sessione vedrà gli interventi di Anna Rauso su “Correlazione tra celiachia ed endometriosi”; Crescenzo Maria Muto su “Endometriosi intestinale”; Gianfranco Ferriero su “Markers biochimici”; Andreina Ingicco su “Iperestrogenismo ed endometriosi: valori ematochimici di riferimento”; Mario Surdi su “Probiotica nell’endometriosi”, e, infine, Teresa Guardascione su “Estrogeni e fitoestrogeni nell’alimentazione”. Al termine della degustazione dello spumante “Embratur” metodo classico “Pas-Dosè” dell’azienda Fulget Vita, presentata dall’enologo Vincent Renzo, seguirà il dibattito tra gli esperti e, dopo il questionario Ecm, la chiusura dei lavori. “La malattia endometriosica è caratterizzata dalla presenza di tessuto endometriale in distretti organici estranei alla cavità uterina. ”Le tecniche diagnostiche, terapeutiche e chirurgiche, permettono oggi di riconoscere e curare i soggetti che ne sono ammalati, in tempi e modi favorevoli al miglioramento della qualità di vita delle pazienti”, dichiara Raffaella Sibillo, presidente del CdA di Villa Fiorita di Capua.

 

 

 

 

 

About Redazione (10967 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: