COMUNALI, PIEDIMONTE SI GIOCA… LE SUE CARTE PER IL FUTURO DELLA CITTA’

Lorenzo Applauso. Da oggi, trentuno comuni  sono al voto nella provincia di Caserta, con Caserta città quale comune “capofila”, il piu’ grande, con 75.640 con il piu’ piccolo, forse della Campania che è  Giano Vetusto con appena 663 residenti. Anche l’alto casertano  è ben rappresentato in queste elezioni, con numerosissimi comuni chiamati alle urne. Piedimonte Matese, fra i piu’ grandi, vede in campo quattro liste e con i candidati a sindaco Leuci, Boggia, Borreca e Civitillo. Le ultime due liste hanno addirittura sottoscritto un patto per alcuni obiettivi da raggiungere insieme “…al di la di quello che sarà il risultato della competizione” hanno scritto nel “patto”. In campo, un docente di storia, un avvocato, un  architetto e un imprenditore. Chi di loro la spunterà? Solo martedì sapremo. Le ipotesi per la vittoria sono diverse e anche  noi abbiamo la nostra  che non faremo nemmeno sotto tortura. Lo decideranno o meglio lo stanno decidendo in queste ore i circa 11.000 residenti elettori, ai quali è passata la parola, dopo una campagna elettorale stressante ma sostanzialmente corretta, senza troppe sbavature.

Ovviamente,  come tutte le partite avviene sempre il fallo intenzionale, da dietro o involontario ma alla fine, l’arbitro, in questo caso l’elettore,  deciderà cosa fare, che provvedimento prendere. Cosa c’è da fare per la città è l’unica cosa che si conosce: una città da ricostruire, iniziando dalle cose piu’ semplici, come il decoro e qui i volontari hanno dato segni di attaccamento, ora saranno i politici ad intervenire e rimettere a posto le cose.

C’è la sanità con un ospedale da riorganizzare ma finiamola con  il  DEA o PSA qua bisogna rafforzare e subito i reparti che già ci sono e non è un gioco di sigle. Serve personale medico, infermieristico , oss e attrezzature se non si vuole che prendano il sopravvento ospedali  che strutturalmente sono inferiori ma hanno il santo in paradiso, il politico in regione.

Ci sono le strade da sistemare; la macchina amministrativa comunale attualmente senza personale e dalla quale non si puo’ pretendere di piu;

c’è un Giudice di pace che rischia il trasferimento altrove scippando al territorio anche  questo importante servizio;

ci sono scuole che dal punto di vista strutturale hanno bisogno di interventi urgenti per dare sicurezza ai nostri ragazzi, ci sono Istituti come l’Agrario e l’Alberghiero eccelelnze che vanno potenziate;

e c’è la scurezza della città per la quale qualcosa va fatto. Potremmo continuare ma ci fermeremo, ricordando ma non per ultimo i gravi disagi dei piccoli imprenditori per i quali qualcosa va fatto e subito. Non si puo’ piu ‘ assistere a negozi chiusi con la solita scritta camuffata  “prossima apertura” che spesso, o quasi sempre, equivale ad un negozio chiuso per sempre .

About Redazione (11022 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: