VIA FRANCIGENA,  ANCORA VIVO LA ECO DELL’EVENTO AD ALIFE. IL SINDACO DI TOMMASO: ”LA CULTURA VA ALIMENTATA”

Alife. Sono oltre tremila i chilometri della Via Francigena da Canterbury a Roma e verso Santa Maria di Leuca. Un filo rosso che unisce l’Europa dei popoli e delle culture, toccando 5 Stati, 16 regioni e più di 600 Comuni. La Via attraversa il Kent, nel Regno-Unito; le regioni Haute-de-France, Grand Est e Bourgogne-Franche-Comté, in Francia; i Cantoni Vaud e Vallese, in Svizzera; e le Regioni Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Liguria, Toscana, Lazio, Campania, Basilicata e Puglia, in Italia. Infine, a Roma lo Stato del Vaticano.Quest’anno anche Alife ha voluto esserci e l’accoglienza della città non è passata inosservata. Il  sindaco Maria Luisa Di Tommaso ci tiene a sottolinearlo. “Io credo che per la cultura e la storia del nostro Paese  è fondamentale contribuire sempre. La via francigena rappresenta davvero una testimonianze storico-culturale  fra le piu’ importanti che noi tutti dobbiamo alimentare e promuovere. Non a caso,  anche  ad Alife si tenuta la manifestazione “Trekking Urbano” con partenza da Porta Roma qualche settimana fa. Il pellegrinaggio, partito il 16 giugno da Canterbury, è stata  un’occasione di notevole spessore per i nostri territori, come la stessa Associazione Europea delle vie francigene (AEVF) ha ribadito: dopo il periodo pandemico bisogna lanciare un messaggio di speranza per la ripartenza del turismo culturale sostenibile, in un periodo di forte criticità. E proprio con questo obiettivo i comuni dell’alto casertano hanno contribuito cosi anche noi ad Alife abbiamo accolto   con entusiasmo un’iniziativa che certamente, ha avuto anche un forte impatto  mediatico che sicuramente  fa bene alla cultura”.

About Redazione (11022 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: