PIGNATARO MAGGIORE, DON ANTONIO NACCA LASCIA L’OSPEDALE. ORA STA BENE

Alessandro Bonafiglia|Pignataro Maggiore/Camigliano. La diocesi di Teano-Calvi è molto contenta per una bella notizia riguardante il sacerdote Don Antonio Nacca (nella foto), che in questo periodo ha avuto dei problemi relativi alla sua salute, ma ora l’incubo per lui è terminato. Partiamo dall’inizio dello spiacevole episodio. Lo scorso mese di settembre, quest’ultimo ha avuto dei sintomi tra cui la diplopia e atassia e si recò al Pronto soccorso a Marcianise per la Tac. Gli  risultò di aver avuto una lieve ischemia. Successivamente, rimase per alcuni giorni ricoverato presso l’ospedale di Marcianise e poi per lui furono necessari degli esami all’ospedale civile di Caserta, con la finalità di scoprire la causa di quei sintomi. Scoperta la causa, fu ricoverato per una settimana nella struttura ospedaliera predetta, dove ha subìto due lievi interventi: l’ impianto del Loop recorder che registra i movimenti del cuore e l’intervento del PFO (pervio forame ovale). Sono terminati entrambi nel migliore dei modi. E’ stato inoltre nella sua abitazione per una settimana di riposo e ieri mattina mercoledì 17 novembre ha preso servizio pastorale, essendo buone le sue condizioni di salute. Sempre nella mattinata scorsa, ha celebrato la Santa Messa dalle suore benedettine di Teano e ha trascorso una bella passeggiata sulla collina di San Pasquale, collocata alle spalle della sua casa. Don Antonio è stato parroco a Camigliano per tantissimi anni e celebra tutte le mattine dalle suore succitate e la domenica anche a Tranzi e San Giulianeta, due delle tante frazioni di Teano. Vive nella sua casa paterna a Pignataro Maggiore, suo paese di origine. Ecco il post che il caro presbitero ha pubblicato recentemente sul proprio profilo facebook e attraverso cui ha reso calmi e sereni i tanti fedeli : ”Buongiorno a tutti, carissimi, ieri nell’ Ospedale civile di Caserta, in occasione della mia Visita di Controllo, è andato tutto bene. Oggi riprenderò “servizio”, considerando le mie buone condizioni di salute. Ringrazio il Signore e voi tutti per le vostre preghiere. La Mia Riflessione Preghiera. O Santa Elisabetta, oggi nel giorno della tua Memoria veniamo a te, con la speranza di essere esauditi, per tua intercessione. La testimonianza della tua vita rimane come luce sull’Europa, per seguire le vie del vero bene. Ti preghiamo di impetrarci dal Cristo incarnato, coronato di spine e crocifisso, al quale ti sei fedelmente conformata, intelligenza, coraggio, operosità e credibilità, da veri costruttori del Regno di Dio nel mondo e liberaci dalla pandemia. Tu che dicevi:” se amo mio marito, una creatura umana, quanto più dovrò amare il Signore, fa’ che portiamo la grandezza del tuo esempio, come un segno profetico di grazia e di benedizione per il futuro. E così sia! Buona e Santa Giornata!”

About Redazione (11318 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: