fbpx

VIOLENZA SULLE DONNE: SE NE E’ PARLATO IN UN DIBATTITO ALL’IPIA DI ALIFE. PRESENTI I FAMILIARI DI STEFANIA FORMICOLA

ASCOLTA L'ARTICOLO

ALIFE. Si è tenuto presso l’Auditorium dell’Ipia di Alife, sede distaccata dell’IIS De Franchis di Piedimonte Matese, un incontro-dibattito sul tema dell’eliminazione della violenza sulle donne.

Basta accendere la TV o leggere i giornali per apprendere che ogni tre giorni una donna viene ammazzata dal marito, dal compagno o da un ex. Le motivazioni sono le più disparate. O perché la donna, stanca di subire violenza fisica e verbale denuncia, o per gelosia, o per possesso o per l’efferatezza di uomini violenti che sfogano sulla donna tutte le loro debolezze e frustrazioni. Amare non è possedere, amare è volere il bene dell’altra persona anche a costo di lasciarla andare o di perderla. Dall’inizio dell’anno sono 109 le vittime di femminicidio. Ciò è inaccettabile ed è fondamentale educare le nuove generazioni per fare in modo di porre fine a questo angoscioso problema che affligge la nostra società.Questo è stato l’intento perseguito dall’Ipia di Alife nell’organizzare la giornata del 3 dicembre, fortemente voluta dalla professoressa Angelina Palmiero, collaboratrice del Dirigente scolastico, con l’appoggio incondizionato del DS Marcellino Falcone, sempre sensibile alle tematiche attuali e alla crescita e alla formazione dei giovani. La manifestazione, moderata dal professore Alfonso Pascale ha visto l’alternarsi di importanti interventi.Dopo i saluti del Dirigente scolastico,   Marcellino Falcone, sono intervenuti Maria Luisa Di Tommaso, Sindaco della città di Alife, Agnese Ginocchio, Presidente del Movimento per la Pace e la salvaguardia del creato,  Anna Montesarchio e Ilaria Boccagna, coordinatrici del CADM Aurora, i familiari di Stefania Formicola, vittima di femminicidio, accompagnati dal loro avvocato Piepaolo Damiano.Altissima è stata la commozione quando a prendere la parola è stata la madre di Stefania Formicola che con grande coraggio e dignità ha ripercorso le tappe dell’efferata vicenda che ha stravolto la sua famiglia e presentato alla platea Luigi e Mario, i figli di Stefania, che le hanno dato e continuano a darle la forza per urlare il suo no alla violenza sulle donne per fare in modo che il sacrificio della sua amatissima figlia non sia stato vano e che possa essere da monito per le future generazioni.I veri protagonisti dell’evento sono stati le alunne e gli alunni dell’Ipia di Alife che hanno aperto l’incontro con la lettura di alcuni brani tratti dal libro “Semplicemente Stefania”, che narra la storia della dolce Stefania,  e mostrato alla platea alcuni video da loro realizzati sul tema.

IL SINDACO: “PER TEMI COSI IMPORTANTI BISOGNA INIZIARE DALLE SCUOLE”

Proprio sull’Ipia e sul tema trattato si è espresso il sindaco di Alife Maria Luisa Di Tommaso a margine dei lavori. “Inutile sottolineare l’importanza del tema – ha detto – che è stato trattato ampiamente e con un grande approfondimento. Ben vengano, anche fuori dalle ricorrenze ma tutto l’anno, eventi come questi, perchè ci consentono di accendere i riflettori su un gravissimo fenomeno. Basta guardare semplicemente i dati di tutti i giorni e non aggiungerei altro. Soprattutto, ben vengano questi eventi  nelle  scuole  – ha detto il sindaco – perchè da qui che bisogna partire perchè qui si cominciano a  formare le coscienze e il senso etico dei ragazzi ad ogni livello.  Qui cominciano a  prendere   coscienza i ragazzi  per capire cosa rappresenta davvero la donna per un uomo. L’Ipia, ancora una volta, ammesso che ce ne fosse stato bisogno, ha dimostrato grande impegno anche per i probelmi sociali oltre che didattici”.

 

About Redazione (13612 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

1 Trackback / Pingback

  1. CHE MI SONO PERSO! TUTTE LE NEWS DELLA SETTIMANA – Casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: