RUBRICHE – DON ANTONIO NACCA CI CONDUCE OGGI NEL CUORE DEL MISTERO NATALIZIO

Carissimi lettori, anche oggi, la “Parola della Domenica” ci conduce nel cuore del mistero natalizio. Ci invita a porre la speranza, alla radice della conversione. E a tenere sempre presente che è nella storia di tutti i giorni che noi incontriamo il Signore. Quindi non è necessario evadere fuori la storia. Non è necessario creare contesti artificiosi e irreali per sentire la presenza di Dio. In questi ambienti “si sentono” tante cose, ma c’è il dubbio fondato che in quelle cose Dio non c’entra affatto. Il Dio che ci presenta il Vangelo è di tutt’altro stampo. Perché è il Dio che si manifesta in una stalla. È il Dio che cammina presso il lago. È il Dio che mangia con i peccatori in un giorno ben preciso della nostra storia. Ed è per questo che Dio lo si incontra camminando sulle strade degli uomini e delle donne, dove ha camminato Gesù. E sono proprie queste le strade che il personaggio predominante di questa domenica: il Battista, ci esorta a preparare. Le strade irte e faticose di tutti i giorni. Le strade che attraversano il deserto della fatica, il deserto della lotta, il deserto della sofferenza. Che significa dunque raddrizzare questi sentieri? Che significa colmare i burroni e abbassare i colli? Significa che possiamo incontrare il Signore se raddrizziamo le strade, ciò che porta a Lui, attraverso le opere di giustizia, le opere di misericordia e le opere di carità. Con la preghiera che non avvengano più episodi violenti di odio, di morte e di uccisione meditata in diversi ambienti. Queste strade noi possiamo appianarle, spegnendo gli odi, seminando la pace, perdonando chi ci ha offeso, aprendo il nostro cuore agli altri, specialmente a quelli che ne hanno più bisogno. Queste strade noi possiamo appianarle con la fiducia e con l’accogliere il Signore . Queste strade noi possiamo appianarle con la conversione. Perché la conversione è il motivo conduttore di tutto il messaggio evangelico. Perché non c’è autentico incontro con Dio senza un’autentica conversione della vita. Perché non c’è neppure un vero Natale senza una vera conversione del cuore. Se lasciamo cadere la Parola della Domenica e lo stile di vita che ne deriva, il mondo si frantumerà nel disordine e nella disgregazione, ma se ci impegniamo a cercare il Regno di Dio, fossimo pure da soli tra tanti o come voce nel deserto, offriremo una luce, un lievito, un seme che produrrà frutti di qualità per la vita, sorprendenti e duraturi. Questo è l’intento di questa Rubrica dell’Alto Casertano. Preghiamo che si realizzi. All’ ingresso della porta di una Chiesa era riportata questa scritta: Qui si entra per amare Dio e si esce per amare il prossimo. Sia questo il nostro programma, non solo per questo periodo di Avvento, ma anche per ogni giorno della nostra vita. Buona Seconda Domenica di Avvento a tutti! Don Antonio.

 

About Redazione (12749 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

1 Trackback / Pingback

  1. CHE MI SONO PERSO! TUTTE LE NEWS DELLA SETTIMANA – Casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: