SI E’ SVOLTA STAMATTINA AL LICEO L’ASSEMBLEA D’ISTITUTO

PIEDIMONTE MATESE. Si è svolta questa mattina, in modalità telematica, così come di consueto negli ultimi anni, a causa della pandemia, l’assemblea d’Istituto presso il Liceo Galilei, durante la quale si è celebrata degnamente la Giornata della Memoria, con la partecipazione di una rappresentanza del Consiglio comunale e si è svolta una lezione di economia aziendale da parte  dell’ingegnere Vittorio Civitillo.

Nonostante gli insulsi e vuoti attacchi indirizzati da una certa “stampa” locale all’Istituzione scolastica, l’assemblea è stata molto interessante ed anche molto seguita dagli alunni. I ragazzi, infatti, sanno benissimo che le modalità di assemblea, ormai da due anni a questa parte, sono telematiche e che la pubblicazione del primo avviso conteneva semplicemente un errore materiale rettificato entro le 24 ore come consentito dalla norma.

Dopo il saluto a tutti gli studenti, il Dirigente Scolastico, nonché vicesindaco di Piedimonte Matese prof.ssa Bernarda De Girolamo, ha presentato l’ing. Vittorio Civitillo, sindaco della città di Piedimonte Matese che è intervenuto in assemblea tramite videoconferenza. La partecipazione dell’ingegnere Civitillo è stata molto apprezzata dagli alunni che sono stati i promotori dell’iniziativa e si sono sentiti rispettati e stimati come cittadini e come studenti, dalla bellissima ed accurata lezione di economia che l’ingegnere aveva scrupolosamente preparato per loro.

Il sindaco ha parlato agli alunni soprattutto in qualità di professionista e imprenditore privato, spiegando loro come si gestisce un’impresa e che cosa sono le Hard skills e le Soft skills. Queste ultime, cioè le competenze legate all’intelligenza emotiva, sono fondamentali per lavorare e fare carriera in un’impresa. Senza la capacità di interagire con i colleghi, di affrontare i problemi e risolverli, insomma, senza queste “abilità naturali”, non si può dire di essere in possesso di una formazione valida, pur possedendo le “abilità tecniche”, definite Hard skills. Il sindaco-imprenditore ha mostrato ai ragazzi delle slides esplicative facendo riferimento anche al proprio gruppo industriale, SERI. La scuola è fondamentale nel processo di crescita della persona, perché è proprio a scuola che i ragazzi apprendono le cosiddette Hard skills ma sviluppano anche le Soft skills per uscirne, alla fine, con una preparazione completa. Dopo il proficuo intervento dell’ ing.Civitillo , in una scuola come il nostro liceo, che raccoglie tantissimi ragazzi di Piedimonte e dintorni, forse sia loro stessi, sia i loro genitori possono guardare al futuro con più fiducia e smetterla di immaginarlo sempre lontano, smetterla di pensare che sia necessario, per forza, abbandonare la propria famiglia e il proprio territorio per realizzarsi nel lavoro. Insomma, si possono inseguire i propri sogni anche senza andare troppo lontano, oppure, in ogni caso, si può sempre tornare “a casa”.

Nella seconda parte dell’assemblea, è stata celebrata e onorata degnamente la Giornata della Memoria. A questo proposito è intervenuta la prof.ssa Lidia Bellucci, sempre in videoconferenza, che ha spiegato ai ragazzi il ruolo della memoria, che è insito nel senso del ricordare ciò che è stato per non commettere gli stessi errori. Per questo, ha spiegato la docente, è stata istituita la Giornata della Memoria dalla legge 211 del luglio 2000. La professoressa ha posto numerosi spunti di riflessione agli alunni tra i quali, in particolare, la proposta che era stata fatta al governo di istituire la “settimana della memoria” dal 25 al 30 gennaio, per ricordare tutte le vittime dei genocidi del ‘900. In verità questa proposta non è stata accolta con favore nemmeno dalla comunità ebraica, in quanto si rischia di perdere di vista la specificità dell’olocausto. Il punto su cui si è focalizzata l’attenzione della docente è che la Shoah, o Olocausto, non è un semplice genocidio, ma è molto diverso da qualsiasi altro genocidio messo in atto nella storia. La differenza, ovviamente, non sta nell’atrocità degli eventi, tutti ugualmente terribili, bensì nelle finalità, nelle modalità, nelle dimensioni che rendono l’esperienza della Shoah un evento tristemente e terribilmente unico nella storia.

About Redazione (12710 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: