CASTEL VOLTURNO, SORPRESO A SPARARE PICCIONI CON FUCILE PRIVO DI LIMITATORE DI COLPI

Castel Volturno. I militari appartenenti alla Stazione Carabinieri Forestale di Castel Volturno, nel corso di un controllo ad un allevamento bufalino sito in comune di Castel Volturno alla località “Mazzafarro”, attratti da una serie di esplosioni di colpi di fucile, scorgevano un soggetto, distante circa 50 metri, appostato all’interno dell’area aziendale limitrofa a quella controllata, che sparava con un fucile da caccia diversi colpi ad uno stormo di piccioni in volo (specie non appartenente alla fauna selvatica e non cacciabile). Pertanto, i predetti militari si sono portati immediatamente sul posto, provvedendo ad identificare il soggetto al fine di eseguire i controlli di rito in materia venatoria. Dal controllo dell’arma la stessa è risultata essere priva dell’apposito accorgimento tecnico per la limitazione a non più di due colpi nel serbatoio (ai fini venatori i fucili semiautomatici con canna ad anima liscia devono essere limitati a tre colpi complessivi compreso quello in canna). L’accorgimento tecnico per limitare i colpi è stato, invece, rinvenuto dai militari all’interno del fodero dell’arma stessa. Il contravventore avrebbe dovuto rispondere anche di altri reati se fosse riuscito nell’intento di abbattere qualche esemplare di piccione ai quali aveva sparato.

About Redazione (12711 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

2 Comments on CASTEL VOLTURNO, SORPRESO A SPARARE PICCIONI CON FUCILE PRIVO DI LIMITATORE DI COLPI

  1. Ottimo l’articolo che sottolinea l’illegalità i sparare ai piccioni, creature perseguitate da tutti, ma infelice la scelta di vendere ben due dico due spazi pubblicitari nella stessa pagina ad un circolo di tiratori. Un po’ di coerenza, prego…!

    • Gentile Monica, io come lei rispetto e amo gli animali : ma lei ha sbagliato ad accusarci per due motivi: Devo dirle innazitutto che un giornale, si mantiene sulle pubblicità per poter esistere poi, quello che è piu’ importante è che lei non è stata attenta.La pubblicità che noi abbiamo sul sito è una attività che serve all’addestramento delle forze dell’ordine e di natura sportiva.Non sono attività che hanno la finalità di ucciderere gli animali. Altrimenti, solo perchè usano le armi per addestramento, anche le forze dell’ordine dovrebbero scomparire.Cordialmente Lorenzo Applauso

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: