RUBRICA LE RICETTE DI CECILIA MAGNANTE: LE FRAPPE RIPIENE DI CREMA PASTICCERA

*Cecilia Magnante |I toscani le chiamano cenci, i Campani e nel meridione le chiamano chiacchere di carnevale ma possono chiamarsi bugie, frappe galani  e tanti altri termini ma in qualsiasi modo esse vengono chiamate sono i dolci tipici del carnevale la loro tradizione risale ai dolci fritti dell ‘antica Roma, golose sfoglie fritte spolverate di zucchero a velo. Secondo gli storici si era soliti farne grosse quantità perché  dovevano  durare per tutto il periodo della Quaresima. Questo dolce veniva servito alla folla che festeggiava per le strade e siccome era un dolce povero, quindi, poteva essere gustato da tutti in grandi quantità. Leggenda  vuole le chiacchiere possono essere anche napoletane e la storia fa risalire il loro nome alla Regina di Savoia che volle chiacchierare ma che ad un certo punto le venne fame e chiamo il cuoco di corte  Raffaele Esposito per farsi fare un dolce con questi pochi ingredienti  lui fece questo dolce e  lo chiamò  chiacchera in onore della regina proprio come avvenne per la pizza.

Ingredienti: 280g di farina; 0;60g di zucchero; 15g di olio di  mais; 20g di rum; scorrette di limone; 2 uova; olio di mais per friggere e zucchero  a velo.

Crema: 2 tuorli; 50g di zucchero; 25g di amido; 250gdi latte; vaniglia.

Preparazione: per la crema mettete a riscaldare il latte con la vaniglia e scorzetta di limone  e amido di mais. Versate poi le uova fate addensare e raffreddare. Per le frappe mescolate la farina con lo zucchero, uova, olio e rum. Formate un impasto uniforme e dividetelo  in due porzioni uguali. Farcite e formate le frappe. Friggere in olio caldo e  spolverate con zucchero a velo.

*Cecilia Magnate: Agrichef

 

About Redazione (12727 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: