8 MARZO, PIU’ RISPETTO E MENO MIMOSE. FACCIA FACCIA CON MIRIAM PAPARO LA BELLA MACCHINISTA DELLA NAPOLI PIEDIMONTE MATESE

Lorenzo Applauso|La giornata internazionale della donna si festeggia domani  8 marzo ritornando puntualmente con gli stessi interrogativi, le stesse riflessioni. Pensieri più o meno divergenti avvolgono questa ricorrenza: chi la trova una festa con valore storico imprescindibile e che quindi va assolutamente ricordata; chi sostiene di festeggiarla tutto l’anno e di non aver quindi bisogno di un giorno in particolare dedicato alle donne. Chi la vede, come una trovata prettamente commerciale, paragonabile a San Valentino.   Noi, per l’occasione abbiamo incontrato Miriam Paparo, una delle donne che si è realizzata giovanissima, bella, solare e ha appena 24 anni. Fa la macchinista e ha guidato fino a pochi giorni fa i treni da Napoli a Piedimonte Matese e viceversa, ora invece percorre una tratta diversa, piu’ vicino alla sua casa di Napoli, assumendo cosi un ruolo che fino a poco tempo fa era ad appannaggio degli uomini.

  • Miriam, cosa significa per te la giornata internazionale della donna?

“Io credo che  la giornata della donna debba solo ricordare quello che fu l’evento di tanti anni fa. L’8 marzo del 1908, le operaie dell’industria tessile Cotton di New York rimasero vittime dell’incendio divampato all’interno dell’azienda dove erano state segregate dai proprietari in risposta allo sciopero indetto dalle lavoratrici che chiedevano condizioni di lavoro migliori e salari più alti. Questo si ma per il resto, io credo che noi abbiamo raggiunto ormai la parità e con questo ho detto tutto. Non credo che abbiamo bisogno di questa giornata, di queste ricorrenze, per affermare il nostro ruolo”.

  • Hai avuto problemi al tuo primo giorno di lavoro, eri guardata con diffidenza?

“Certamente si ma devo anche dire che molti uomini, forse anche perchè donna, mi hanno aiutato e tutto è stato piu’ semplice. Poi io credo che sia importante anche come ti poni rispetto gli altri”.

  • Quale pensi sia la più grande sfida dell’essere donna oggi ?

“Semplicemente rimanere se stesse nel proprio ruolo di donna,  rispettando gli altri e facendosi rispettare. Alla fine non deve essere una sfida ma deve essere una regola di convivenza civile”.

  • Donne e violenza: cosa deve fare una donna al primo segnale di maltrattamento da parte del partner?

“Semplicissimo, al primo segnale, bisogna denunciare qualsiasi cenno di violenza. Solo cosi è possibile superare la difficoltà che ci si presenta. Incassare è pericolosissimo”.

  • Tu hai raggiunto un obiettivo, quello del lavoro e di un lavoro particolare, fino a poco tempo fa erano ruoli ricoperti solo dagli uomini. Lo consiglieresti alle altre donne?

“Certamente si, anzi, io credo che la donna, ma del resto anche l’uomo, deve fare cio’ che si sente fare. Fare un lavoro come il mio che io interpreto con tanta passione, alla fine diventa anche un modo per affrontare la vita con maggiore serenità, leggerezza e meno fatica?

  • Il tuo futuro nel mondo del lavoro, dove vorresti arrivare, quale il tuo obiettivo?

“Guarda, io sono felice già oggi del mio lavoro che faccio con amore ma ovviamente e grande senso di responsabilità ma si deve sempre e comunque  guardare lontano. Attualmente, faccio anche attività di sindacato e questo mi fa sentire ancora piu’ utile sul lavoro perché mi consente di poter dare una mano anche agli altri”.

  • Nel tuo futuro vedi un famiglia?

“Certo, ora ho solo 24 anni ma la famiglia  tutta mia rimane un obiettivo prioritario nella mia vita e di qualsiasi donna. Anche se ora devo dare spazio al lavoro per potermi realizzare   per costruire la base solida per una famiglia. Spero di trovare la persona giusta per poter mettere su una bella famiglia”.

  • Quale consiglio daresti alle donne del futuro? “Semplicemente rimanere se stesse perché abbiamo gli stessi diritti e gli stessi doveri dell’uomo”.
About Lorenzo Applauso (2395 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: