TELESE TERME, CONTROLLO STRAORDINARIO DEL TERRITORIO PER TUTELARE LA MOVIDA

Telese Terme. Nella serata di Domenica scorsa, i Carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita e delle dipendenti Stazioni, hanno effettuato un servizio straordinario del controllo del territorio in risposta alle ripetute violazioni dell’ordine pubblico avvenute nel centro abitato di Telese Terme a causa del fenomeno della c.d. movida violenta, con la quale l’atteggiamento antisociale di pochi facinorosi turba e talvolta priva la collettività dalle amenità che questo centro  offre ai suoi visitatori. Il dispositivo dei militari veniva altresì integrato con unità cinofile di Sarno, per la sempre attenta attività di vigilanza e repressione di reati in materia di sostanza stupefacente. Il servizio è la prosecuzione di un’attività istituzionale con cui in questo mese i Carabinieri di Cerreto Sannita avevano deferito alla Procura della Repubblica di Benevento un soggetto che a Telese Terme noncurante del divieto di accesso ad aree urbane (D.A.C.U.R.), di cui era destinatario, si intratteneva nel medesimo bar dove nel mese di Maggio 2021 era già stato coinvolto in una rissa per cui dopo qualche settimana veniva individuato e deferito in stato di libertà alla suddetta Autorità Giudiziaria. Nel corso del servizio, di domenica sera, veniva sorpreso un secondo soggetto che destinatario del medesimo divieto si trovava nello stesso bar. La misura amministrativa anzidetta, comunemente denominata daspo urbano, fu introdotta nel 2017 con il Decreto Minniti e poi modificata con i decreti sicurezza del 2018 e del 2020 e mira a sanzionare la condotta di chi ostacola l’accesso e la libera fruizione di determinati luoghi pubblici, quali stazioni di trasporto pubblico, istituti scolastici, aree museali, siti archeologici o aree comunque interessate a flusso turistico, proponendosi di contrastare il degrado urbano. Chi non osserva il divieto, che viene irrogato dal Questore, subisce l’arresto fino ad un anno ed in alcuni casi sino a due anni. Altresì, il servizio si è esteso al controllo di esercizi commerciali, ed in un caso, a Telese Terme, veniva elevata sanzione amministrativa al titolare di un bar per aver impiegato una lavoratrice a nero mentre la donna veniva denunciata in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Benevento in quanto già percettrice di Reddito di cittadinanza. A carico di quest’ultima veniva avanzata al competente ufficio amministrativo, proposta di revoca del beneficio Ed ancora, dall’attività delle numerose pattuglie impiegate sul territorio, a Telese Terme si individuava che un 35 enne del posto, a seguito di perquisizione, veniva trovato in possesso di 4 dosi di cocaina per un peso complessivo di gr 2,4 di cocaina. Per le circostanze con cui avveniva il rinvenimento, ne conseguiva la sua denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Benevento. In ultimo, sono stati controllati 135 soggetti e 60 autoveicoli, contestando nr. 18 violazioni al Codice della Strada. Le persone coinvolte sono da ritenersi sottoposte alle indagini e quindi innocenti fino a sentenza definitiva.

About Redazione (12761 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: