FC MATESE, TRASFERTA AMARA A CHIETI, LA DECIDE L’EX VERDEORO EL OUAZNI

Redazione. Chieti. La prima in assoluto con le luci artificiali, su di un campo dalle antiche tradizioni calcistiche, non porta bene al Matese. Perché perde per 1-0 una partita dal risultato bugiardo in quanto la squadra di Urbano meritava di tornare imbattuta da Chieti e perché, ironia della sorte, la decide l’ex capitano verdeoro El Ouazni, fino a dicembre del Matese, calciatore solo apparentemente di origine marocchina, ma di Piedimonte Matese a tutti gli effetti. Ancora più cocente è la sconfitta, maturata nei primi minuti di gioco, perché  il centravanti del Chieti, fino alla scorsa settimana ha passato il tempo più a scaldare la panchina che a giocare. Fuori dagli schemi del fair play anche la sua esultanza a dir poco sfottente sotto i supporters di casa, dimenticando di aver deluso la tifoseria matesina con prestazioni non all’altezza e di essere nativo proprio di Piedimonte. Una beffa vera e propria per i verdeoro che ritornano dalla trasferta abruzzese con un pugno di mosche in mano e con le avversarie che la minacciano dalle retrovie della classifica che da questa sera si fanno ancora più minacciose. A margine della partita il mistero di un pulmann mai partito da Piedimonte che avrebbe dovuto accompagnare i tifosi del Matese, qualcuno dei quali, con il biglietto in mano, non ha potuto seguire la squadra a Chieti.

About Emiddio Bianchi (4200 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: