fbpx

RITORNA AD ALVIGNANO LA TRADIZIONALE PROCESSIONE DI VENERDI SANTO

ASCOLTA L'ARTICOLO

Giuseppe Terminiello|Alvignano. E’ ritornata oggi ad Alvignano dopo le chiusure  dovute al covid-19 il Venerdi Santo la tradizionale processione della Passione e Morte del Cristo che pongono come ogni anno Alvignano alla ribalta della cronaca soprattutto per la spettacolarità dell’evento. Questo grazie alla congrega del Terzo Ordine dei sevi di Marie e la confraternita  Mater Dolorosa (Confratelli incappucciati ) insieme alle statue del Cristo Morto e della Madonna dell’ Addolorata che da tempo entrano a far parte della storia del territorio alvignanese.

La processione  è iniziata dopo la liturgica delle ore 16:00 presieduta da Don Alessandro Occhibove e Don Francesco Vangeli, partendo proprio dal Santuario dedicato a Maria Ss.Addolorata percorrendo le strade cittadine, accompagnata dai canti di devozione popolari. I riti della Settimana Santa sono l’insieme delle manifestazioni religiose organizzate nei diversi paesi e città della Campania ad opera delle Diocesi delle varie parrocchie e delle confraternite locali. Questi antichi riti, di grande richiamo, vogliono rappresentare i momenti più significativi della Passione di Gesù Cristo, descritti nei Vangeli, dal suo arresto  alla sua Resurrezione. Si narra che in tempo di Quaresima le donne erano impegnate nelle “pulizie di Pasqua” che avevano lo scopo di pulire la casa dalla sporcizia accumulatasi durante l’inverno e di scacciare i malanni e le forze malefiche che avevano tormentato la famiglia. Difatti il Sabato Santo intorno a mezzogiorno le campane suonavano a festa ( giorno di Resurrezione ) e i contadini impegnati nei campi che non riuscivano ad andare alla Festa del Signore risorto si inginocchiavano e baciavano la terra.

About Redazione (13554 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: