RITORNA AD ALVIGNANO LA PROCESSIONE DEI “CAMPAGNOLI” PER CHIEDERE A S. FERDINADO L’ARRIVO DELLA PIOGGIA

Giuseppe Terminiello|Alvignano.Si è ripetuta stamani come da decenni (dopo la sospensione dovuta alla pandemia), la tradizionale processione di penitenza, in segno di fede e devozione al Santo Patrono San Ferdinando D’Aragona, protettore della comunità di Alvignano – Dragoni. In   questa giornata, i contadini si rivolsero al santo per la mancata pioggia, importante per i propri campi .

Come da tradizione ormai centenaria questa mattina, all’alba, gli Alvignanesi si sono ritrovati presso l’ abitazione di Esterina Mennillo, in località “Fraolise” la custode della tradizionale croce che va tramandata nei decenni, ora custodita da Giovanni Vitelli, da portare in processione, per poi raggiungere la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo. Qui, viene prelevato  il busto del Santo, per poi proseguire verso il cimitero del paese (luogo del ritrovamento delle ossa del Santo, presso la Basilica di Santa Maria di Cubulteria) dove è stata celebrata la Santa Messa, officiata dal parroco Don Alessandro Occhibove. Infine il  rientro presso la chiesa dei Santi Pietro e Paolo dove si e sciolta l’assemblea.

About Redazione (12750 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: