CAIAZZO , SCOPPIA LA POLEMICA PER L’EX MATTATOIO CEDUTO ALL’ASL PER UNA STRUTTURA SANITARIA

Giuseppe Terminiello|CAIAZZO. Il consigliere comunale Amedeo Insero, bacchetta l’amministrazione comunale guidata dal primo cittadino Stefano Giaquinto per la cessione a titolo gratuito dell’ex mattatoio all’azienda sanitaria locale di Caserta,   “Stiamo veramente vivendo un incubo senza fine. L’amministrazione Giaquinto- ha detto Insero –  nonostante gli oltre cinque milioni di deficit accumulati, “regala” all’Asl Caserta l’immobile dell’ex mattatoio, oggi sede ASL veterinaria.Con delibera di giunta comunale votata in consiglio comunale dalla sola maggioranza, il comune di Caiazzo per volere del gruppo Giaquinto, cede gratuitamente all’Asl di Caserta un immobile costato ai cittadini circa 1 milione di euro. Anche se, apparentemente, la finalità della donazione, sembrerebbe perseguire uno scopo assolutamente meritevole (realizzazione di Case di comunità- Centrali Operative Territoriali- Ospedali della comunità) in realtà il comune trasferisce senza alcuna garanzia, all’Asl di Caserta la proprietà dell’immobile e ciò a prescindere dalla garanzia della realizzazione effettiva dell’opera. Invano nel corso dell’ultimo consiglio comunale del 27 aprile scorso, ho cercato di far inserire nello Schema di contratto di donazione modale ex art. 793 c.c. (predisposto dall’Asl e che l’amministrazione Giaquinto ha subìto senza apportare un minimo di modifica), l’inserimento almeno della clausola risolutiva della restituzione al comune della proprietà dell’immobile laddove l’Asl non dovesse, per qualsiasi motivo, realizzare l’opera. E’ stato tutto inutile”. Il rappresentante dell’opposizione ha inoltre aggiunto “Ciò significa che all’atto della sottoscrizione dello schema di contratto, il comune di Caiazzo perderà definitivamente (salvo costosi e lunghi giudizi) la proprietà di un immobile che poteva essere monetizzato per diverse centinaia di migliaia di euro e comunque facente parte del patrimonio comunale. Dopo tutti i danni e i debiti prodotti, arrivano puntuali anche le beffe. E sì , è proprio così. Dopo aver accumulato un deficit di oltre 5 milioni di euro che sta costringendo i caiatini a pagare le tariffe al massimo, Giaquinto e i suoi cedono gratuitamente e senza alcuna garanzia del risultato finale, la proprietà di immobili che appartengono solo ed esclusivamente ai cittadini ma che i consiglieri di maggioranza gestiscono come proprietà privata. Ci divide solo un anno dalle prossime elezioni amministrative, la speranza è che l’attuale amministrazione non faccia ulteriori ed irrimediabili danni”. Dai banchi dell’opposizione, dunque, un chiaro appello al ripensamento sull’atto di

About Redazione (12763 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: