RUBRICHE-LA DOMENICA DEL BUON PASTORE CON DON ANTONIO NACCA

Carissimi lettori, la Parola di questa Domenica, che è denominata “la Domenica del Buon Pastore”, ci parla di Gesù, Agnello – Pastore, che ci guida alle fonti delle acque della vita e ci invita a pregare per le vocazioni. Ricorre infatti oggi la 59 esima Giornata di Preghiera, secondo questo tema: “Fare la storia”. La vocazione, una vita spesa per amore. “Fare la storia”(Fratelli tutti 116) non è “diventare qualcuno”, non è guadagnare un posto al sole, ma è comprendere la propria vocazione insieme ad altri. È acquisire la giusta misura di se’, sapere di poter compiere il bene, qui ed ora. ” Fare la storia” è sentire la responsabilità del tempo, del mondo e di ogni uomo. È vivere nella solidarietà autentica che ci permette di pensare e di agire in termini non di singoli, ma di comunità. La vocazione è un’opera artigianale che non si può compiere da soli, senza un Maestro e senza la Chiesa. È missione da compiere (Cfr.Evangeli Gaudium 273), è storia da fare insieme al Signore e insieme agli altri, spendendo la vita nell’ amore Si tratta davvero di una necessità. Di fronte a questa situazione, come cristiani non possiamo restare indifferenti. Dobbiamo pregare e se nelle nostre famiglie, i ragazzi e i giovani manifestano segni di vocazione, non dobbiamo e vista la necessità, non possiamo opporci a questa chiamata. E allora affidiamoci completamente, come ci suggerisce il Vangelo di oggi, a Gesù, Buon Pastore riscoprendo che è Lui la nostra gioia e che conosce le sue pecore ed esse lo seguono. Rendiamo grazie a Dio, nostro Padre per tutte le Vocazioni che nel corso dei secoli, hanno fecondato la Chiesa e preghiamo perché queste Vocazioni continuino a fecondarla. Preghiamo perché non manchino sacerdoti santi, religiosi, religiose, missionari e missionarie che non si fermano mai, perché sanno che la loro salvezza è nelle braccia di Dio. A loro non fa paura il presente ne’ tantomeno il futuro, proprio perché li sanno abitati da Dio. Proprio perché hanno fatto questa scoperta della gioia al di là delle gioie quotidiane. In fondo ogni vocazione è chiamata quotidianamente ad affrontare la vita e a guardarla dal punto di vista di Dio in un continuo tornare nelle sue braccia per imparare in modo sempre nuovo la lezione della gioia stando sempre a contatto con Cristo: il Pastore che infonde fiducia. Il Signore non ci chiama per chiederci qualcosa, ma per donare la sua presenza e la sua grazia e avvolgendoci con il suo Santo Spirito, ricolma della sua gioia le nostre famiglie, affinché vivano una vita d’amore e si ispirino sempre più al Vangelo. E questo messaggio diffondiamolo per fare in modo che saranno sempre di più le famiglie che lo accolgono e ne fanno tesoro, educando i figli ai sani principi umani e morali e ai valori cristiani. E preghiamo per coloro che sono chiamati dal Signore ad una sequela nel Sacerdozio e nella Vita Consacrata: perché con cuore indiviso si lascino afferrare dall’ amore di Dio, che chiede tutto, ma che dona in misura ancora maggiore. Buona e Santa Quarta Domenica di Pasqua! Don Antonio

 

About Redazione (12750 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: