fbpx

A SPARANISE IL PROGETTO “INSIEME  PER L’AMBIENTE”

ASCOLTA L'ARTICOLO

Massimo Casertano | Sparanise (CE). La Coldiretti Caserta ha concluso un’intensa settimana di lavoro rilanciando la tematica della tutela ambientale indissolubilmente legata al “patto” con le nuove generazioni. In un territorio, quello di Sparanise, al centro della “Campania Felix” così cara ai romani, terra fertile e madre di infinite produzioni che tagliano trasversalmente tutto l’arco produttivo agricolo, dai vini DOC ai frutteti, dai rinomati Peperoni alla IV gamma, tutti i bambini e i ragazzi delle scuole di Sparanise hanno insegnato ai più grandi come tutelare e preservare questo fantastico patrimonio.

Dopo i saluti di rito dell’Assessore alla Cultura del Comune di Sparanise, Imma Mandara, che hanno fatto da apripista all’impegno concreto del Sindaco Salvatore Martinello, i bambini dell’Istituto “Padre Semeria”, ben coordinati dalla docente Maria Cristina Granata, hanno potuto presentare i “lavori” preparati in queste ultime settimane sul tema ambientale. Questi ultimi, arricchiti dall’esperienza dell’orto didattico che Coldiretti Caserta stessa ha avuto il piacere di donare al medesimo Istituto, hanno avuto il privilegio di essere presentati mercoledì scorso a Villa Celimontana in Roma, dagli stessi bambini, ai vertici nazionali di Coldiretti e alle massime cariche politiche nazionali nell’ambito della manifestazione “2^ Festa dell’educazione e della pace”.

Poi è stata la volta dei ragazzi dell’ICAS e dell’ISISS di Sparanise, guidati rispettivamente dal dirigente Cassio Izzo e dalla Prof.ssa Marrese Silvana. Con i loro flashmob ci hanno ricordato come sia importante potersi riappropriare degli spazi all’aria aperta in totale sicurezza e vivibilità.

In conclusione, il Presidente di Coldiretti Caserta, Manuel Lombardi, ha così potuto rinnovare l’impegno per un territorio, quello caleno, centrale rispetto al progetto dell’Organizzazione di valorizzazione delle produzioni agricole. Alla presenza delle aziende agricole del territorio, capitanate da Pietro Izzo, l’impegno concreto è stato “aiutare a ricostruire un tessuto agricolo che possa dare alle nuove generazioni una speranza di futuro proprio là dove sono nati”.

Il tutto incastonato nella stupenda cornice creata dall’Associazione “Agro Caleno”, rappresentata dalla Prof.ssa Rosalba Fiorillo che ha permesso concretamente tutto ciò. Grazie anche all’associazione @Plasticfree.it, come sempre presente sulle tematiche ambientali, si è potuto dimostrare che tutti insieme possiamo e dobbiamo cambiare le sorti di un terra ricca da far rifiorire.

About Redazione (14109 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: