Redazione. Pietraroja. Dal 27 giugno al 2 luglio sono in programma nel beneventano e soprattutto a Pietraroja, nel versante sannitico del Matese, le giornate promosse dall’associazione paleontologica europea. Oggetto principale di discussione tra gli studiosi provenienti da molte nazioni, e non poteva essere altrimenti, lo Scipionyx Samniticus, da tutti conosciuto come il dinosauro Ciro. Pietraroja è un giacimento naturale di conservazione dei fossili e Ciro ne è il classico esempio. In questa area montana del Matese i fossili sono spesso interi, completi, hanno un dettaglio unico di conservazione, grazie a particolari condizioni paleoambientali. I pesci ad esempio, hanno mantenuto cartilagini e pelle, alcuni con tracce di muscolatura, pigmenti degli occhi e degli organi interni. Quindi, se si scavasse ancora con metodi moderni e più attenti, non è escluso che si potrebbero trovare fossili di grande valore scientifico. Magari qualche parente stretto del piccolo Ciro.