fbpx

GLI ITINERARI TURISTICI DEL WEEK END DI CASERTASERA, FRA VISIONI MOZZAFIATO E UN BAGNO NEL CENTRO STORICO

Redazione. Un fine settimana particolare, circa un’ora e mezza di viaggio dalla provincia di Caserta, partendo di buon mattino per evitare il traffico del fine settimana. Un itinerario turistico per chi ama le visioni mozzafiato, non tralasciando il fresco che di questi tempi è particolarmente gradito. Vi portiamo dapprima nel Cilento, nel salernitano, per ammirare la spettacolare veduta del mare che si gode affacciandosi dalle balconate di Castellabate, per poi proseguire verso l’interno, a Campagna, a pochi chilometri di distanza, dove per attirare il turismo del sabato e la domenica hanno pensato di deviare il corso del fiume Tenza, facendolo passare per il centro storico. Cosa ha di più la famosa piazzetta di Capri rispetto a quella di Castellabate? Forse solo il costo del caffè, cinque volte superiore rispetto al bar della piazzetta cilentana che nel noto film venne sostituito dall’ufficio postale dove lavorava Siani. Dopo averle viste entrambe riusciamo a capire perché proprio Castellabate fu scelta per girare “Benvenuti al Sud”. Qui è difficile non innamorarsi del posto, in barba ai pregiudizi di quelli del nord e riproposti nel noto film. Già due secoli fa Gioacchino Murat, ospite del posto, ebbe a dire la nota frase che viene riproposta in una lapide commemorativa sotto la casa in cui venne a vivere per qualche tempo: “QUI NON SI MUORE”. Lasciata la meravigliosa vista che si gode da Castellabate è obbligatorio, di questi tempi di calura estrema, addentrarsi verso Campagna dove è possibile, ma solo il sabato e la domenica, magari stando seduti ai tavolini di un ristorante, sentire l’acqua gelida di un corso d’acqua che ti passa sotto i piedi. La geniale trovata degli uomini della Pro Loco del posto, è stata un successo, lo dimostrano le migliaia di frequentatori della insolita manifestazione, dopo che hanno pensato, per alcune ore del giorno, di mettere una chiusa a monte del paese e far deviare l’acqua per le strade. I negozietti di Campagna si sono subito attrezzati e la vendita di secchi di plastica e pistole ad acqua è adesso la loro principale fonte di guadagno. Per quanto riguarda l’acqua e qualche trota che inevitabilmente passa per il centro della cittadina è garantito il ritorno a valle nel corso naturale del fiume, attraverso delle apposite feritoie. Fradici dalla testa ai piedi si torna a casa, con i più previdenti che hanno pensato di portarsi la cambiata al seguito. Una esperienza unica che consigliamo di provare.

About Emiddio Bianchi (4305 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: