fbpx

ECCELLENZE – INTERVISTA ALL’INGEGNERE MATESINO DELLA FERRARI SALVATORE MASUCCI:” LA FERRARI ERA IL MIO SOGNO DA BAMBINO “

ASCOLTA L'ARTICOLO

Lorenzo Applauso|Piedimonte Matese. Le eccellenze vanno evidenziate sempre. Noi ne abbiamo fatto, una sorta di rubrica, uno spazio per raccontare chi in qualche modo ce l’ha fatta sul nostro territorio. Sapevate che uno degli ingegneri della Ferrari è di Piedimonte Matese? Probabilmente no, perché si tratta di un giovane riservato che ha fatto dello studio e della sua umiltà il suo punto forte. Qualità tipiche di chi  raggiunge certi livelli. Si chiama Salvatore Masucci, 33 anni appena, sposato e padre di una “ferrarista” appena nata e in Ferrari si occupa dello sviluppo dei nuovi motori che equipaggeranno le Ferrari del prossimo futuro. Masucci ha studiato a Piedimonte Matese ma ora, ovviamente vive a Modena da sette anni. A Piedimonte  ha i genitori, gli amici e appena puo’ scappa qui  perché con la città non ha mai perso i contatti. Dopo la laurea, sono seguite le prime esperienze sui motori a Pomigliano nel centro ricerche Fiat poi  il primo impiego in Lamborghini nel 2015 prima di essere poi assunto in Ferrari dove ha realizzato il suo sogno.

 – Quando ha capito che potevate farcela?

“ Onestamente non c’è stato un momento in cui ho realizzato di “avercela fatta” è venuto tutto gradualmente, come accade per le migliori scalate, un passo alla volta. Se dovessi ricordare un momento preciso, mi viene in mente il primo giorno in cui ho varcato i cancelli dell’azienda. E’ stato come aver realizzato un sogno, nemmeno troppo cercato a dire il vero”.

–     Cosa rappresenta la Ferrari per lei?

“ Sin da bambino il mondo dei motori –dice – è stato uno di quegli argomenti che faceva sognare, mentre il più dei miei amici guardava il calcio, in famiglia, la domenica si guardavano i gran premi. Era l’epoca di Schumacher che dominava lasciando le briciole agli avversari, era una squadra formidabile. La Ferrari è per me il sogno di quando  ero bambino, da piccolo infatti sognavo di diventare pilota, poi crescendo il sogno si è trasformato, da pilota a ingegnere in rosso”.

–     Quando si presenta  e si dice sono l’ing Masucci della Ferrari   gli interlocutori rimangono sempre un po’ sorpresi piacevolmente?

“Diciamo che lo stupore è inversamente proporzionale all’età di chi ascolta, ma generalmente si, è un argomento che suscita curiosità”.

–     Quale il Suo rapporto con Piedimonte Matese oggi?

“Piedimonte è, in una parola, casa, è il punto di partenza, dove ci sono ancora tutti i familiari e gli amici di infanzia. Sono orgoglioso di essere cresciuto in questo territorio e non nascondo che la nostalgia si fa sentire quando non torno a casa per qualche mese. A Piedimonte ho avuto la fortuna di interagire con tante realtà, come l’azione cattolica della parrocchia e un periodo come istruttore in piscina, esperienza che hanno arricchito il mio bagaglio e che probabilmente hanno contribuito al mio percorso”.

Quale consiglio darebbe ai giovani di oggi che si avviano verso ambiziosi percorsi professionali?

”Il mio consiglio è quello di crederci sempre e di affrontare tutte le sfide quotidiane con una sana curiosità. Senza avere timore di fallire, se qualche volta le cose non vanno per il verso giusto non abbattersi. Mi piace sempre tenere a mente questa frase: “qualche volta si vince tutte le altre si impara”.

–     Quale è stata la chiave del suo successo?

“Un fattore fondamentale è stata la famiglia e gli esempi dei nostri genitori, che hanno sempre avuto fiducia in noi senza mai farci sentire sotto pressione, ma lasciandoci seguire le nostre strade. Ci è voluto comunque tanto coraggio e impegno, questi sono due ingredienti fondamentali”.

– Una domanda se la faccia lei, qualcosa che voleva dire e che io non le ho fatto?

“A volte mi chiedo, se non sia stato fortunato ad arrivare qui, ma poi ripenso a tutto il mio percorso e mi rispondo che, è vero, bisogna essere fortunati ad avere il treno giusto che parte dal tuo binario, ma poi bisogna avere il biglietto buono per salire”.

 

About Redazione (13561 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

1 Comment on ECCELLENZE – INTERVISTA ALL’INGEGNERE MATESINO DELLA FERRARI SALVATORE MASUCCI:” LA FERRARI ERA IL MIO SOGNO DA BAMBINO “

  1. Orgoglio campano!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: