fbpx

CONFINTESA TORNA ALLA CARICA A SOSTEGNO DEI LAVORATORI PRECARI ALL’AORN DI CASERTA

ASCOLTA L'ARTICOLO

Confintesa Sanità, ancora una volta, si schiera accanto ai lavoratori precari assunti per il Covid all’ospedale di Caserta, in una lettera aperta indirizzata ai direttori dei dipartimenti ospedalieri.

Egregi direttori – si legge nella nota- ci rivolgiamo a Voi per riportare la Vs. attenzione sulle problematiche contrattuali che coinvolgono gli Operatori Socio Sanitari in servizio presso le Unità Operative da voi dirette. Come sarà a Voi ben noto, lo scorso giugno, la Direzione Generale ha realizzato una discriminazione a danno di quel personale sanitario assunto – a tempo determinato – per fronteggiare la cronica carenza di personale e l’emergenza sanitaria da Covid19 e la sua recrudescenza, differenziando la proroga dei contratti ad alcuni fino al 30 settembre e ad altri fino al 31 dicembre 2022. Parliamo degli stessi operatori sanitari, con pari qualifica, che attualmente garantiscono l’erogazione dei servizi sanitari e il funzionamento di tutto il sistema assistenziale aziendale; madri e padri di famiglia, persone degne di stima, che avrete avuto modo di apprezzare in questi mesi difficili, accanto ai degenti e ai colleghi con professionalità e dignità. Consideriamo ingiusta una tale discriminazione, ben consapevoli che licenziare in massa circa 40 dipendenti alla fine di settembre comporterebbe non solo il mancato rispetto di disposizioni regionali ma soprattutto determinerebbe difficoltà enormi per l’assistenza e la cura degli utenti già troppe volte, nel recente passato, messe in discussione; tantomeno la speranza di concludere la procedura concorsuale in atto e il reclutamento di nuovo personale, la cui formazione specifica richiederà indubbiamente del tempo, potrà

configurarsi come soluzione tangibile. A tal proposito, risulta opportuno ricordare che la Regione Campania il 30/06/2022 ha ribadito quanto stabilito il 30/11/2021 ovvero che “per assolvere lo svolgimento delle attività rese necessarie dall’emergenza pandemica e per il recupero dell’attività ordinaria, resa più difficoltosa dalla situazione emergenziale in atto, nonché per lo sviluppo delle azioni previste dal P.N.R.R., le Aziende Sanitarie adottino le procedure per la proroga dei contratti di natura subordinata a tempo determinato fino alla data del 31.12.2022” (Circ. prot.0596619), allo stesso tempo stabiliva, per ovvie ragioni, che “l’avvio ed il completamento delle procedure di stabilizzazione (DLgs 75/2017 e Legge 234/2021) sono prioritarie e prevalenti rispetto alle ordinarie forme di reclutamento per il medesimo profilo/disciplina” (Circ. prot. PG/2022/0364421 del 13/07/2022). Vi chiediamo, pertanto, considerata l’urgenza, a garanzia dell’assistenza sanitaria che Vi onorate di dirigere, di chiedere ufficialmente alla Direzione Generale il rinnovo fino al 31/12/2022 di tutti i contratti degli Operatori Socio Sanitari in servizio presso le Unità Operative dipartimentali per imprescindibili esigenze assistenziali e organizzative. Fiduciosi nella Vs. fattiva collaborazione, porgiamo cordiali saluti e sinceri auguri di buon lavoro”.

LE DICHIARAZIONI

“Invitiamo i direttori dipartimentali a farsi carico della situazione, chiedendo alla Direzione Generale il rinnovo dei contratti del loro personale precario fino al 31 dicembre- dichiara Alessio Minadeo, segretario regionale di Confintesa Sanità – Le difficoltà che si ripercuoteranno sull’assistenza sono inevitabili. Invitiamo la politica casertana a dare un segno tangibile del suo interesse verso il territorio e il sistema sanitario. Facciamo appello al loro senso di responsabilità.”

“Il personale sanitario è allo stremo delle forze fisiche e psicologiche e questo periodo di incertezza non aiuta – aggiunge Gennaro Pascale, segretario aziendale – la Direzione Strategica si adegui alle direttive regionali risparmiandoci irrazionali giustificazioni.”

About Redazione (13602 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: