fbpx

URBANO PER TUTTA LA VITA

ASCOLTA L'ARTICOLO

Lorenzo Applauso|Lo avevamo detto e scritto piu’ volte che l’acquisto piu’ importante del FC Matese, tre stagioni  fa, era Corrado Urbano; lo avevamo sostenuto in due anni perché eravamo certi che nessuno poteva fare meglio di lui. Anche perché un allenatore del suo spessore non sarebbe venuto facilmente su una piazza come quella di Piedimonte, semplicemente perché non aveva tradizioni calcistiche in questa serie e questo era già un bel messaggio.

Il primo anno si gioca addirittura i play Off per la  Promozione. Impensabile. Il secondo si salva comunque e qualcuno,questo lo aveva visto come un mezzo fallimento. Forse, si aspettava di piu’. Facile parlare dalla tribuna e giudicare.

Piu’ volte, avevamo ripetuto che salvarsi non era certo scontato. Poi, parte della dirigenza decide di esonerarlo. E noi avevamo piu’  volte ripetuto che era stato l’errore piu’ grande che si poteva commettere. Qualcuno ci accusava del fatto che poteva esserci simpatico. Certo, è anche simpatico ma noi avevamo guardato i risultati.  Poi nelle prime gare, con il nuovo allenatore le cose non sono andate.

Eravamo convinti che  per raddrizzare le cose si doveva pensare ad un ritorno di un campione come Urbano. Qualcuno ci fece capire che era una soluzione non percorribile fino poi alla decisione di richiamarlo. Da allora, il suo ritorno, a parte qualche passo falso, è stato una galoppata vincente che proietta la squadra al terzo posto in classifica.

Con la vittoria pesante di ieri a S. Bendetto del Tronto, dove nessuno avrebbe puntato un euro sulla vittoria del Matese: erano troppi  gli infortunati ma poi i tre punti pesanti arrivano comunque. Ora due cose dovrà fare la società: pensare a prendere subito un attaccante centrale che faccia la differenza (operazione  difficile da fare)  e guardare il futuro se si vuole fare calcio ad alto livello: Urbano, deve essere già ora avvicinato, se disponibile  e concordare con lui il futuro tecnico di questa società. Bisogna tenerselo buono, una sorta di allenatore manager e pensare alla conferma per preparare in largo anticipo la squadra per il prossimo anno. I “campioni” come Esposito non servono. Sei bravo ma poi non giochi mai ! (a parte l’ultimo infortunio). Serve gente di categoria e che abbia voglia e attaccamento per la maglia. Intanto, ieri Urbano da gran maestro  ha suonato la nona e la squadra sale sempre piu’ in alto.

About Redazione (14509 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: