fbpx

SEGNALETICA ORIZZONTALE NEL SITO BORBONICO SCOPPIA LA POLEMICA. NAPOLETANO (FDI) :”CANCELLATE QUELL’OBBROBRIO”

ASCOLTA L'ARTICOLO

 Annibale Bologna| CASERTA. Fa discutere e non poco la nuova segnaletica orizzontale in via Giardini reali di San Leucio nel cuore del sito unesco.Sito “UNESCO” : e’  un termine di cui poche realta’ urbane possono oggi fregiarsi. Tra queste dev’essere annoverata  San Leucio, antica e nota realta’ borbonica ubicata in quella che un tempo era indicata, con orgoglio, “Terra di Lavoro”. San Leucio quale “Utopia Reale”, come e’ stato piu’ volte, ed a ragione, definito, sia rapportando il Borgo alla sua storia politico-sociale, sia in relazione alla sua struttura architettonica che, davvero, ha pochi eguali il tutto il Meridione. Sembra pero’ che la sua Storia e del rispetto che  ad essa si deve ben poco interessi  all’ amministrazione comunale della Citta’ di Caserta a cui compete la cura dello stato dei luoghi. E, nel caso di specie, non facciamo solo riferimento al degrado del Belvedere, sotto gli occhi degli sbalorditi turisti che quotidianamente ivi  giungono nella vana speranza di trovare il rispetto della Storia, ma all’approssimazione con cui si interviene sull’apparato viario caratterizzante il borgo stesso.

Nel caso di specie ha destato sbalordita meraviglia tra i cittadini l’ultimo intervento che ha avuto ad oggetto la strada di Via Giardini Reali, a cui ha fatto riferimento con apposito comunicato stampa il consigliere comunale  di opposizione di Fratelli d’italia, avv. Pasquale Napoletano (Nella foto).” I lavori eseguiti riguardo la segnaletica orizzontale nel centro storico di San Leucio-si legge nella nota del consigliere comunale-  rappresentano uno scempio vergognoso di cui qualcuno dovra’ assumersi  la responsabilita’. E’ stata infatti disegnata la linea di parcheggio lungo via Giardini Reali incredibilmente e direttamente  sul basolato di rivestimento  del manto stradale, una cosa assolutamente aberrante e che sa’ di stupro per un centro storico che dovrebbe essere recuperato, rilanciato e tutelato…… Chiedo altresi’ all’amministrazione comunale di provvedere nel tempo piu’ breve possibile alla cancellazione  di quella sorta di obbrobrio apposto con  pittura piuttosto che con strisce adesive  o con altra tecnica  adatta al caso che non deturpi la superficie e, di conseguenza, il circostante paesaggio,”  Che altro dire: Caserta, al peggio non c’e’ mai fine.

 

About Lorenzo Applauso (2516 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: