fbpx

GIOIA SANNITICA “IMPRESE E BORGHI”, IERI L’INCONTRO FRA COMUNE, IMPRENDITORI E CITTADINI

ASCOLTA L'ARTICOLO

Gioia Sannitica. Si è svolto ieri pomeriggio a Gioia Sannitica, presso la Casa Comunale,   un incontro, organizzato dalla locale amministrazione  con gli imprenditori e i cittadini interessati a partecipare al Bando “Imprese Borghi”  al fine di ottenere i finanziamenti pubblici da parte di imprese costituite e in via di costituzioni .

Il Comune di Gioia Sannitica è stato destinatario, insieme ad altri 293 Borghi in Italia, del finanziamento del Ministero della Cultura denominato “Progetti locali di rigenerazione culturale e sociale dei piccoli borghi storici, finanziato dall’Unione europea – NextGenerationEU nell’ambito del PNRR, M1C3, Investimento 2.1 – Attrattività dei borghi”.

Il Progetto, dotato di un fondo pari a 1.600.000 Euro, è denominato “Non solo Parco” e si articola in 10 Iniziative di cui le prime sono già in fase di avviamento.

Ora è attiva una misura complementare, promossa anch’essa dal Ministero della Cultura e gestita da Invitalia, identificata come Bando “Imprese Borghi”, che attraverso lo stanziamento di 188 milioni di euro mira al sostegno di micro, piccole e medie imprese nei soli Comuni assegnatari dei fondi ‘Attrattività dei borghi’.

In questo quadro, per i progetti presentati sul territorio comunale, vi è la disponibilità di un platfond minimo di 800.000 Euro, grazie al quale imprese costituite e in via di costituzioni  potranno accedere alle significative agevolazioni previste.

Il sostegno, è destinato a progetti imprenditoriali da localizzare nel territorio comuunale, nel campo delle attività culturali, creative, turistiche, commerciali, agroalimentari e artigianali, volti a rilanciare l’economia locale valorizzando i prodotti, i saperi e le tecniche del nostro territorio.

Sono finanziabili progetti da realizzare in 18 mesi e comunque entro e non oltre il 31 dicembre 2025 le cui agevolazioni sono rivolte a micro, piccole e medie imprese che presentano iniziative imprenditoriali in forma singola o in aggregazione, già costituite o che intendono costituirsi in forma societaria di capitali o di persone, ivi incluse le ditte individuali e le società cooperative, le associazioni non riconosciute, le organizzazioni dotate di personalità giuridica non profit, nonché gli Enti del Terzo settore, iscritti o in corso di iscrizione al RUNTS – Registro Nazionale Terzo Settore.

Sono previsti contributi a fondo perduto per un importo massimo pari a 75.000 euro, fino alla misura del 90% delle spese ammissibili. Tale percentuale è elevabile al 100% nel caso sia di nuove imprese da costituirsi che di imprese già costituite a prevalente titolarità giovanile e/o femminile. Alcuni esempi di investimenti finanziabili sono: impianti, macchinari, attrezzature, arredi e mezzi mobili, componenti hardware e software; brevetti, marchi e licenze; certificazioni direttamente correlate al progetto da realizzare; opere murarie nel limite del 40% della spesa ammissibile; capitale circolante nel limite del 20% della spesa ammissibile.

La possibilità di presentare proposte progettuali è già attiva dallo scorso 8 giugno e durerà fino all’11 settembre 2023 esclusivamente attraverso il sito https://www.invitalia.it/

Il Comune, al fine di agevolare i potenziali richiedenti, ha messo a disposizione uno sportello informativo e di supporto contattabile via email all’indirizzo bandoimpreseborghi@gmail.com

Il Sindaco, Giuseppe Gaetano ha commentato l’incontro in questo modo: “nella speranza che questo strumento, insieme alle 10 Iniziative Attrattività dei borghi, diventi un volano positivo per il rilancio della nostra comunità, dove artigianato e agricoltura di qualità fanno parte dell’identità storica e culturale e possono contribuire alla sua rinascita economica e sociale, auspichiamo che questa opportunità offerta dal PNRR venga colta in maniera ampia e significativa”.

L’incontro, volto ad illustrare le significative opportunità offerte dal Bando, ha visto la presenza di molti imprenditori e di semplici cittadini ha ruotato sulla necessità di mettere in condizione tutti i partecipanti di poter valutare l’attinenza delle proprie idee imprenditoriali con i vincoli dettati dal Bando e verificare i criteri di accesso e valutazione delle proposte progettuali da parte di INVITALIA.

 

About Redazione (16193 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: