Ultime notizie

SUCCESSO PER IL CORO POLIFONICO “REGESTA CANTORUM” DI PIEDIMONTE MATESE CHE SI E’ ESIBITO NEL CARCERE DI TERAMO

Sabato scorso 29 settembre il coro polifonico “Regesta cantorum“ di Piedimonte Matese ha offerto ai detenuti ed agli operatori della Casa Circondariale di Teramo un concerto, nell’ambito del progetto “Nelle due città”. Il coro campano, infatti, dal 2000 porta la musica corale nelle carceri italiane, nell’ambito delle sua attività istituzionale di onlus a favore degli svantaggiati, grazie alla disponibilità del Dipartimento della Amministrazione Penitenziaria. La “Regesta cantorum” ha offerto un momento di svago e di serenità a coloro che, privati della libertà, hanno comunque la necessità di condividere momenti di arricchimento umano e sociale. Grande il favore del pubblico in sala, che ha calorosamente ringraziato il Maestro  Antonio Spagnolo, gli strumentisti e i coristi per avere trasformato una giornata fra tante in “un giorno diverso nella Casa Circondariale di Teramo”, con un momento di quella libertà della mente che può venire solo dalla Musica.

 

   Il repertorio ha spaziato dalla musica profana del ‘500 a quella contemporanea, con richiesta finale del brano più gradito come bis ed invito a ritornare appena possibile per un altro concerto.Il giorno seguente la corale ha portato la sua musica nella città “di fuori”. Ha infatti tenuto il Servizio Liturgico della Santa Messa delle undici nella Cattedrale di Sant’Emidio in Ascoli Piceno, evento gradito ai fedeli marchigiani che al termine hanno applaudito l’esibizione. Idealmente, quindi, il mondo della città penitenziaria si è unito al contesto esterno attraverso il canto, a testimonianza che la società ed il volontariato non dimenticano coloro che nell’espiare la pena per i loro errori vivono il dolore e le difficoltà della vita in modo così tangibile.“La stagione concertistica della corale è appena all’inizio,” ci ha detto il Presidente, Dottoressa Anna Santoro, “altri impegni ci attendono nei prossimi mesi e nel periodo natalizio. Ad maiora!”

Informazioni su Redazione ()
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: