Ultime notizie

FESTA DEI NONNI, L’ISTITUTO COMPRENSIVO “N. VENTRIGLIA” DI PIEDIMONTE MATESE CELEBRA GLI “ANGELI CUSTODI” DELLA FAMIGLIA

Fortuna Natale|Piedimonte Matese.  “Nonni , mi raccontate com’era quando eravate piccoli voi? ” Chissà in quanti di noi hanno posto questa domanda ai propri nonni, arrampicandosi sulle loro ginocchia per sentire storie lontane, tinte di emozioni e nostalgia, ma anche di valori, sogni e visioni del mondo!

Ebbene, i bambini dell’Istituto Comprensivo “N. Ventriglia” di Piedimonte Matese, retto con tenacia e determinazione dal Dirigente Scolastico Prof. Diamante Marotta, hanno potuto soddisfare la loro curiosità grazie ad una emozionante giornata passata in compagnia dei loro cari nonni, che li ha visti stringersi in un caloroso abbraccio generazionale ed assistere insieme alla rappresentazione teatrale dal titolo “Storia di un burattino di legno” .

La manifestazione, inserita nel piano dell’Offerta Formativa dell’Istituto, ha voluto celebrare e valorizzare la figura speciale dei nonni , riconosciuta anche dal nostro Parlamento, quale  risorsa preziosa per la ricchezza della loro “esperienza umana” e “per l’impegno civile” svolto all’interno delle famiglie e della società in generale: “i nonni non sono soltanto custodi delle memorie e dei valori familiari e punti di riferimento per i figli e nipoti, ma danno anche un fondamentale contributo quotidiano a mantenere l’unità della famiglia aiutandola a superare i disagi propri della società contemporanea”.

Il Dirigente Scolastico, unitamente al corpo docente, alla sua collaboratrice Prof. Ornella Fasulo, alle responsabili del progetto prof. Antonella Di Matteo e Carla Massaro, nell’accogliere genitori e nonni degli alunni convenuti per l’occasione, ha sottolineato l’importanza del ruolo che essi svolgono nella formazione dei ragazzi in quanto “mirabile esempio di vita” e “fonte di saggezza” a cui attingere sempre, ma soprattutto ha voluto ribadire che la manifestazione deve rappresentare un momento significativo d’incontro, di confronto, di scambio, di gioiosa condivisione tra generazioni così tanto lontane, ma pur così vicine…un momento di infinita riconoscenza e gratitudine verso chi rappresenta un  “punto di riferimento”  in una società come la nostra sempre più complessa e in continuo cambiamento.Nella suggestiva cornice della Chiesa della Madonna del Carmine, i bambini della scuola dell’Infanzia del plesso sede centrale, della scuola Primaria e le classi prime della scuola Secondaria di I Grado, hanno potuto assistere, insieme ai loro nonni e genitori, ad uno spettacolo teatrale di burattini, magistralmente messo in scena dall’Associazione Teatrale “Le Maschere”, alternando scene di burattini a scene teatrali con ritmi musicali.

In questo magnifico scenario, i bambini sono stati così rapiti dalle fantastiche avventure del più famoso burattino di legno, Pinocchio, di suo babbo Geppetto, del Grillo Parlante, della Fata Turchina e di tanti altri personaggi che hanno armonizzato e valorizzato il contenuto della storia fantastica. Gli spettatori hanno potuto compiere un meraviglioso viaggio tra fantasia e realtà, attraverso un percorso musicale, poetico e classico del romanzo, che ha contribuito a rendere più vivido il racconto e a stimolare la loro immaginazione.La scelta della storia è ricaduta sul romanzo di Collodi proprio con l’intento di trasmettere a grandi e piccini quanto sia stato infinito ed incondizionato l’amore di Geppetto nei confronti di Pinocchio. Il personaggio di Geppetto, in questo caso, diventa il vero protagonista della storia quale esempio di saggezza, pazienza e lungimiranza, qualità nelle quali ancora oggi molti nonni si possono identificare.

Inoltre, la navata centrale della Chiesa, per l’occasione, si è magicamente trasformata in un animato “palcoscenico” dove i bambini hanno potuto esprimere ai loro cari nonni, attraverso canti in lingua inglese e poesie, tutto l’affetto e la gratitudine per la loro pazienza, sotto l’attenta regia delle insegnanti, con la consapevolezza che dall’educazione teatrale e musicale possono trarre solo insegnamenti e sollecitazioni per il futuro.I canti, le poesie, le filastrocche e la splendida rappresentazione teatrale hanno emozionato tutti i presenti e in modo particolare i nonni, veri protagonisti dell’evento, che in ricordo della bellissima giornata, ricca di emozioni vissute insieme e come segno di ringraziamento per l’amore incondizionato che ogni giorno donano ai loro nipotini, sono stati omaggiati con un semplice dono, simbolo di luce e di speranza. I momenti di vera commozione vissuta dai nonni insieme ai loro nipotini e gli applausi dei presenti hanno suggellato il successo di questa bella e significativa manifestazione.

 

Informazioni su Redazione ()
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: