SANITA’, UNA RIFLESSIONE: L’OSPEDALE DI PIEDIMONTE SERVE OPPURE NO?

Mentre l’ospedale di Sessa Aurunca  diventa Dea, nell’ultimo Piano ospedaliero approvato, probabilmente ai danni di Piedimonte Matese, per una scelta politica scellerata, l’ospedale matesino è comunque costretto a servire anche il bacino di utenza del litorale che da quella zona i pazienti arrivano direttamente a Piedimonte Matese come il caso di stamattina. Stiamo parlando di un piccolo comune di Sessa Aurunca, Fasani, dove una donna è caduta: si è fratturato il femore ed è stata poi trasportata in ospedale a Piedimonte Matese dove c’è una eccellenza, l’Ortopedia che intanto, proprio perché eccellenza, con dati alla mano  e numeri da capogiro in termini di statistica operatoria, i politici che fanno? Declassano l’unità operativa da Unità complessa ad Unità semplice. Il caso della malcapitata donna,   ha   fatto scattare una ennesima riflessione a molti operatori. La donna, a due passi dal mare pensate, (vedi cartina) e da altri ospedali,  viene comunque trasportata a Piedimonte Matese. “Ma questo vi sembra un modo di amministrare una comunità – dice risentito un operatore medico – . Alla fine vince sempre la politica, in questo caso, un politico che in molti hanno votato da queste parti e come riconoscenza ci ha declassato. Allora la domanda, volendo scippare un termine caro a Lubrano è: serve a qualcosa la nostra struttura oppure no? Visto che i pazienti ci arrivano da ogni parte diciamo proprio di si e  noi siamo ben lieti di accoglierli come facciamo da anni ma qualcuno invece dimentica tutto questo e al momento opportuno veniamo sempre penalizzati”.Ora, si cerca di correre ai ripari con ricorsi al Tar e comitati pro ospedale, la maggior parte dei quali sono solo comitati politici. Tutto questo, quando tutto è stato approvato e ufficializzato.

 

 

 

 

 

About Lorenzo Applauso (2125 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: