Ultime notizie

CAIAZZO, CASO CASERMA CARABINIERI: NUOVA REPLICA DI MAROTTA AD INSERO:”BASTA LEGGERE L’ORDINANZA”

Caiazzo. Rieccoci: arriva la nuova precisazione dell’avvocato Marotta, legale del comune di Caiazzo nel giudizio in atto per smentire il collega Amedeo Insero.  “Purtroppo, sono costretto, mio malgrado, ad intervenire ancora sull’argomento-dichiara Marotta –  limitandomi a riportare la parte dell’Ordinanza che afferma espressamente:

“Ritenuto che gli argomenti dell’appellante non appaiono palesemente privi di rilevanza…”.Per i non addetti ai lavori, questo significa che, già in questa fase cautelare, il Consiglio di Stato ha fatto una valutazione di merito sul ricorso, lasciando intendere che  i motivi del ricorso sono fondati. Inoltre, quando il Consiglio di Stato dice che il trasferimento compete al Comando generale dell’Arma, previo assenso del Ministero della difesa, di concerto con il

Ministero degli Interni, fa  intendere che è fondato  anche il motivo della violazione del giusto procedimento, atteso che, nel procedimento del trasferimento, oggetto del contendere, è mancato questo passaggio procedurale. Quindi, non si può affatto ritenere che si sia trattata di una semplice Ordinanza di rinvio al TAR ma invece si è trattata di un’Ordinanza importante e significativa in quanto rimette in discussione l’intero procedimento finalizzato al trasferimento della Caserma. Un’Ordinanza del genere, fa intendere, quindi, che il ricorso è fondato ed avvisa implicitamente l’Amministrazione a tenerne conto. Quindi, è del tutto irrilevante, che il Consglio di Stato non abbia sospeso formalmente il provvedimento di trasferimento, in quanto le Autorità procedenti, a fronte di un’Ordinanza del genere, di prassi decidono di soprassedere e di attendere l’esito del giudizio di merito. Quindi confermo che l’avvocato Insero ha dato una lettura molto superficiale dell’Ordinanza, cercando in tutti i modi di sminuire il lavoro e il risultato ottenuto dal sottoscritto quale difensore del Comune di Caiazzo. Relativamente agli onorari previsti per il sottoscritto, sono onorari regolarmente riconosciuti dalla tariffa professionale. Un’ultima considerazione: il collega Insero ebbe a dichiarare pubblicamente, e sui social, che si era consultato con un luminare del diritto amministrativo che si era espresso per l’inammissibilità di un ricorso del genere.  Ebbene, i fatti di causa smentiscono questa affermazione”.

Informazioni su Lorenzo Applauso ()
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: