PRATELLA, LA VICENDA DEGLI IMMIGRATI FINISCE IN CONSIGLIO COMUNALE E FORSE A BREVE ANCHE DAL PREFETTO

Pratella. Un consiglio comunale corretto ma infuocato quello che si è svolto a Pratella. E’ stato proprio l’ultimo punto all’ordine del giorno a scatenare la polemica, quello relativo all’arrivo degli immigrati nel piccolo comune, ovvero la comunicazione del sindaco Sion sul grave problema dell’assegnazione di ulteriori 25 rifugiati oltre i 18 già assegnati nel 2017.Il sindaco, ha brevemente illustrato ai tanti cittadini presenti la situazione, dicendo loro che vi era stata una telefonata con un dirigente della Prefettura il quale gli aveva garantito la sua presenza a Pratella per rendersi conto dell’effettiva situazione. Cosa che non è poi avvenuta.

Il capogruppo della minoranza ha poi dichiarato la massima disponibilità a fare fronte comune per risolvere l’incresciosa situazione ed ha invitato il Sindaco a non aspettare però dopo il  6 gennaio ma chiedere subito un incontro con il Prefetto, facendo valere tutti i diritti, in termine di sicurezza e tranquillità del piccolo centro, abitato da circa 500 anime. Comunque, l’opposizione  è scesa in campo decisa a non mollare:  se entro lunedì 30 Dicembre non si hanno notizie, il gruppo di minoranza insieme ai tanti cittadini, chiederanno per proprio conto chiarimenti al Prefetto di Caserta . Infine il capogruppo di minoranza Romualdo Cacciola, ha inoltre, per  maggiore chiarezza,  richiesto  anche la verifica di agibilità della struttura che ospita i gli immigrati sia sotto il profilo igienico-sanitaria che strutturale. Numerosi i cittadini intervenuti al consiglio nonostante l’orario non proprio agevole.

Il sindaco Sion (nella foto)  con il quale non riusciamo a parlare, forse non sente il telefono, perché impegnato in altre problematiche e la sua maggioranza, hanno avuto qualche momento di difficolta nel rispondere alle domande che sono seguite, a seduta chiusa, ai tanti intervenuti .

Domande riferite anche alla Consigliera De Cristoforo, presente, la quale, solo dopo alcune sollecitazioni ha dato spiegazioni, seppur irrilevanti e anche un po’ buffe. Questo, perché si è scrollata di dosso ogni responsabilità sul caso che la coinvolge da vicino. Ha dichiarato di essere proprietaria, solamente del 10% dell’immobile (nella foto) che ospita gli immigrati, quindi in minoranza, rispetto al marito, il che le avrebbe impedito di esercitare il potere decisionale. Poca chiarezza e tanto malcontento dunque, qualcuno ha anche detto che le dimissioni dalla carica di consigliera, sarebbe  la decisione piu’ saggia da intraprendere cosa che però non rientrerebbe nelle sue decisioni.

 

About Redazione (8945 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: