PIEDIMONTE MATESE, LICEO SCIENTIFICO SENZA AULE, POTREBBERO ESSERE NEGATE LE ISCRIZIONI AD OLTRE 100 RAGAZZI .PARLA IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA

Piedimonte Matese. Il liceo “Galileo Galilei” di Piedimonte Matese, al centro di un dibattito  o un caso, quasi socio – politico ormai, per il problema della carenza delle aule e per le quali ieri abbiamo riportato ampiamente la notizia. Secondo il Collegio dei docenti e il Consiglio d’Istituto, che si è tenuto nella giornata di ieri, si è deciso per i turni pomeridiani, come unica possibilità, che scatteranno dal prossimo lunedi. Ovviamente, questo, costringe genitori e ragazzi ad ulteriori sacrifici. La stessa Preside  Bernarda De Girolamo del Liceo invita la comunità a stare vicino all’istituto e a far sentire la propria voce.

Pensate chi deve raggiungere l’istituto da comuni come Letino, Gallo  e San Gregorio Matese. Per il rientro a casa  sarà costretto a prendere l’ultimo pullman in serata, come spiegava una mamma preoccupata. Una bel pasticcio che poteva essere evitato. Questo, naturalmente, porterà anche, tranne qualche miracolo all’ultimo momento, a dire no ad oltre un centinaia di ragazzi, la cui iscrizione è stata accettata con riserva ma entro il prossimo 15 febbraio, la scuola dovrà decidere: prendere o lasciare. Puo’ accettare solo se avrà le aule che dovrebbe essere cedute da un altro istituto. Anche l’aspetto socio economico non va sottovalutato  perché in futuro, i genitori,  potrebbero optare per altri comuni o regione   e la già fragile economia locale comincerebbe a perdere altri pezzi.

Gli oltre cento ragazzi in piu’ che arriverebbero a Piedimonte ogni giorno, non sono una soluzione economica per gli esercizi commerciali ma è sempre un bel numero di ragazzi che va altrove. Che cosa ha fatto finora la Provincia, proprietaria dell’istituto? Noi, abbiamo sentito in merito  il Presidente della Provincia Giorgio Magliocca.

  • Presidente, oltre cento ragazzi, probabilmente, dovranno rinunciare al liceo nella loro città, con disagi per loro, le loro famiglie e per la stessa economia locale. Possibile che non si trovi una soluzione?

“Guardi, noi la soluzione l’avevamo già trovata ma ci sono delle barriere che non riusciamo a superare?

  • Puo’ spiegarci meglio?

“Noi avevamo reperito delle aule nell’istituto tecnico di Alife che non vengono piu’ utilizzate, evidentemente per la carenza di iscritti che, risolveva il problema. Altro non potevamo fare. Il nostro impegno è stato massimo”.

  • Ma dove nasce il problema?

“Il problema nasce dal momento che la Dirigente scolastica di Alife non ritiene, per ragioni che non conosco, voler cedere delle aule  che fra l’altro, ripeto, al momento sono inutilizzate. Si spera ora in un momento di maggiore serenità e buon senso affinchè la dirigente ceda le strutture che a lei non servono. Solo cosi possiamo risolvere il problema”.

  • Ma l’Ente provincia non è proprietaria della struttura, non è la Provincia che decide?

“Certo, ma spero, ripeto in un ripensamento della Dirigente. Non possiamo agire certo con la forza”.

 

 

 

About Lorenzo Applauso (2038 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

1 Comment on PIEDIMONTE MATESE, LICEO SCIENTIFICO SENZA AULE, POTREBBERO ESSERE NEGATE LE ISCRIZIONI AD OLTRE 100 RAGAZZI .PARLA IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA

  1. Giovanni Fortuna // 7 Febbraio 2020 a 6:08 // Rispondi

    C’è l’intero stabile dell’ex tribunale in piazza Carmine!! Ci sono i locali dei Salesiani che stanno smantellando!! È così difficile trovare un accordo tra le Amministrazioni per risolvere il problema? Con quale diritto si negano le libere iscrizioni di tanti ragazzi? Manca la volontà non solo politica!! Allora dimettetevi tutti!!!!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: