IL GRANDE ESODO: C’E’ CHI RESPONSABILMENTE NON SI E’ MOSSO RIMANENDO SOLO MA C’E’ ANCHE IL RISCHIO CHE DA DOMANI 4 MAGGIO QUALCUNO FACCIA IL FURBO

Mara Cesena| In questo clima di tensione, paura, rabbia, che ci ha travolto tutti, nessun escluso,  dovremmo ricordarci  anche di tutti quei ragazzi che non sono potuti rientrare a casa a causa del COVID-19. Ognuno di noi si è rifugiato nel proprio nido di protezione per tutelare noi stessi e gli altri e per far si che questo tsumani non ci travolgesse tutti.

Ma quanti ragazzi, sono fuori sede? Chi per studiare, chi per lavorare, insomma alla ricerca di un “futuro migliore”, di una vita indipendente. Qualcuno è rimasto dov’ era, non si è fatto prendere dal panico vincendo paure e solitudine. E non è che poco, affrontare questi momenti lontano dai cari . Non è semplice ora più che mai che abbiamo bisogno l’uno dell’altro perché nessuno si salva da solo. Ammiriamo, nonostante tutto, ragazzi, e sono stati tanti, che hanno avuto la determinazione e la forza di affrontare questo incubo lontano dai propri cari  per evitare di contagiare o essere contagiati. Anche nelle piccole comunità, sono tanti quelli che hanno preferito non rientrare dalle proprie famiglie, dimostrando maturità e rispetto per l’altro. Ecco: bisognerebbe ricordarcene più spesso. Sono sacrifici immensi che non farebbero tutti.

Ma dall’altra faccia della medaglia c’è preoccupazione per chi proprio responsabile non è e si mette in viaggio, magari non è attento a comunicare il proprio arrivo, da domani, col rischio di contagiare gli altri. Oggi e nei prossimi giorni, quando l’esodo sarà maggiore, tutti dobbiamo sentirci responsabili cosi come lo sono stati quelli che sono rimasti  al loro posto, senza muoversi, rimanendo soli.

 

 

About Redazione (9695 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: