OGGI L’ULTIMO SALUTO COMMOSSO ALLA PROF GABRIELLA MASTRANGELO. LA PRESIDE DE GIROLAMO: ” E’ DURA ACCETTARE QUESTA MORTE”

ZULLA ANNA RITA – Circondata dall’amore. Ha così dato l’addio al suo paese e a questa vita terrena, la cara professoressa Gabriella Mastrangelo.Non è andata via senza però prima ritornare nella sua scuola, al Liceo di Piedimonte Matese, la sua seconda casa.Prima del rito funebre infatti,  la bara è stata portata nell’atrio dell’istituto per un ultimo saluto alle aule, ai ragazzi, alla dirigente, a quell’ambiente che per lei era caro e familiare. “ Gabriella – ha detto la dirigente scolastica – non pensavamo che potessi ritornare a scuola in questo modo, ti aspettavamo allegra e felice come sempre. Amavi venire a piedi…e ora ci fa strano ed è dura accettare questa triste realtà”.E poi l’applauso dei ragazzi, dei colleghi, le parole dei suoi alunni: “ Prof. Avevamo in programma le interrogazioni, i compiti in classe….ed ora…ti vogliamo bene e siamo certi che questo grido arrivi fin lassù”.Dopo, la salma ha raggiunto la Chiesa di S. Marcellino, dove in tanti hanno preso parte alla celebrazione liturgica. Lì, nella casa del Signore, che lei, donna di fede, frequentava assiduamente, toccanti sono state le parole del sacerdote: “ Gabriella era una donna buona, come il papà. Era una persona sempre sorridente, semplice, che non conosceva cattiveria, né invidia. Mi piaceva definirla una bambina adulta, dal cuore puro e privo di odio….Non chiedo per lei che siano aperte le porte al Cielo, certo che già il Signore e la Madonna l’abbiano accolta in Paradiso”.Si è sforzato di non piangere ma le lacrime sono scese accorate al nipote Terenzio, un pianto silenzioso e sofferente, di un nipote che amava la zia tanto quanto la madre…un amore forte che sarà difficile accantonare e far sbiadire nel tempo: “ Non posso piangere per zia. Zia mi telefonava ogni mattina spronandomi ad iniziare la giornata col sorriso….e io questo voglio fare…Zia non ti piango perché non sei morta…non sei lì in quella bara, sei qui con me, vivi con me….tu ci sei ancora”. Anche la nipote Gabriella ha dato voce ad un sentimento profondo verso la cara e amata zia: “ Lei era la mia seconda mamma, lei era una presenza speciale…” e ha continuato ricordando l’ultimo Natale trascorso insieme, l’ultimo pranzo, i consigli, i sorrisi, le frasi di fiducia: “ Zia ci diceva sempre che la vita bisogna prenderla col sorriso…”.Tutti col cuore affranto hanno fatto fatica a trattenere le lacrime, la tristezza per la perdita di una persona che lasciava una scia di gioia . Ancora una volta la preside dell’istituto l’ha voluta salutare e ricordare così come ha fatto anche una collega che per le ha dedicato parole speciali.La mancanza certo sarà palpabile, a tutti mancherà quest’animo buono, questo volto gioioso, un’insegnante esemplare e accogliente, una zia amorevole, una donna retta e pura, ma la vita dura una manciata di anni e poi si vola in un cielo azzurro nella casa del Padre. Il rito religioso è terminato con un video, i ricordi dei suoi ragazzi, i momenti in classe, gli attimi di una normale quotidianità che diventava vita gioiosa perchè condivisa con un cuore bello.E’ stato così, che nella prima domenica di maggio, nel mese di Maria, con l’estate alle porte, l’anima di questa professoressa dolce, è stata richiamata in altre vie, in altri scenari, nella Luce del Cielo. “ Noi cara prof. ti salutiamo così come ti abbiamo lasciato in classe l’ultimo giorno e come sempre tu ci dicevi ogni volta: Alla prossima puntata!”

About Redazione (9876 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

1 Comment on OGGI L’ULTIMO SALUTO COMMOSSO ALLA PROF GABRIELLA MASTRANGELO. LA PRESIDE DE GIROLAMO: ” E’ DURA ACCETTARE QUESTA MORTE”

  1. Grazie infinite per l’ affetto dimostrato ad una persona dal cuore puro.grazie ancora

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: