CASERTANA, IL SOGNO SVANISCE A TRE MINUTI DALLA FINE

GIOVANNI DI DARIO / Un rigore al 42esimo minuto della seconda frazione di gioco, realizzato da Marotta spegne i sogni di promozione della Casertana, che per circa 10 minuti aveva creduto di mettere a segno il colpaccio.E’ terminata 1-1 la gara allo stadio “Menti” di Castellammare di Stabia, tra Juve Stabia e Casertana. Un pareggio che in virtù del miglior piazzamento in campionato premia i padroni di casa consentendogli il passaggio al turno successivo dei Play-off promozione.

Illusorio il vantaggio dei rossoblù raggiunto a 13 minuti dal termine della gara con la zampata dell’esperto Castaldo bravo a raccogliere un cross di Rosso (entrambi erano subentrati a gara in corso) . Gli ultimi minuti di gara diventano incandescenti, la Juve Stabia prova a sfondare alla ricerca del pareggio e Avella è chiamato agli straordinari. Gli ospiti reggono fino all’episodio del rigore, molto contestato dallo staff della Casertana. Il direttore di gara, Tremolada di Monza, non ha dubbi e spegne a suon di cartellini le proteste dei rossoblù. E’ il minuto 42 della ripresa, Marotta calcia il rigore che fissa il risultato sull’1-1 e regala il passaggio del turno alle vespe. (Una foto d’archivio).

About Redazione (10732 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: