DOMANI ALLE 10 L’ULTIMO SALUTO A POMPEO, MORTO DOPO UN MALORE DURANTE LA VACANZA

DI ANNA RITA ZULLA|Quanto tempo dura una vita? Quanto basta per lasciare un segno su questa terra prima di raggiungere la Patria Eterna che è nei Cieli.Non c’è un biglietto di andata con la data scritta, tutto è lasciato a Chi già sa e già conosce ogni cosa.E questo biglietto di andata per Pompeo Furno, giovane ingegnere di 40 anni, marito e papà di due bambine, riportava il 3 luglio 2021, in un pomeriggio qualunque, di un sabato estivo, nella casa al mare, nell’ora del riposo dopo pranzo. Nessuno immaginava, nessuno sapeva, nessuno sospettava, nessuno mai avrebbe pensato …no.

Il suo cuore ha smesso di battere mentre dormiva con la piccolina a fianco, in costume, col sapore del mare, la sabbia, i progetti e i preparativi quotidiani di un’estate appena iniziata. Pompeo era arrivato a Campomarino, piccolo centro molisano vicino Termoli, nel tardo pomeriggio del giorno prima, per trascorrere con la famiglia e i suoceri qualche giorno di ferie. Sarebbe poi dovuto ritornare a Piedimonte da lì a breve. Aveva già avvertito un piccolo malore all’arrivo, a cui però non aveva dato peso…il caldo, il viaggio, l’aria condizionata. Sicuramente riposare avrebbe aiutato.

E invece da quel riposo non si è più svegliato; la moglie lo ha poi trovato in camera senza respiro. Un infarto , così hanno confermato i medici di Termoli  immediatamente arrivati sul posto.

Una lunga notte nella casa al mare, con la bara sul letto estivo, tra i secchielli delle bambine, tra le valigie della partenza..in un luogo che per quanto tuo è lontano dai tuoi amici, dalla tua famiglia, dai tuoi colleghi. Se ne è andato in Cielo in jeans e maglietta come era arrivato, con le scarpe da ginnastica . Qualche amico, compaesano presente sul posto, ha raggiunto l’appartamento per dare una presenza e un abbraccio alla moglie, alla mamma, ai suoceri. Un conforto però troppo difficile da lasciare a chi ancora non può metabolizzare un repentino cambio di prospettiva di vita.

Pompeo lascerà Campomarino nella tarda mattinata di questa mattina per giungere a Castello del Matese nella  casa dove viveva con la moglie e le bambine. Rimarrà ancora una notte per permettere a quanti lo conoscevano, amici, colleghi, compagni di sport , di salutarlo degnamente.

I funerali nella mattinata di domani, alle ore 10.00,nella chiesa del paese. Pompeo Furno era un ragazzo solare, che amava fare sport, con un fisico atletico. Amava viaggiare e vivere senza lamentarsi mai troppo.Era un marito affettuoso, un papà giovane e attento, innamorato delle sue bambine. Era un ragazzo come tanti, con tanti sogni, tanti obiettivi. Svolgeva il suo lavoro con passione, era riuscito a raggiungere molti traguardi e chissà quanti ancora ne aveva in cantiere. Chi lo ha conosciuto ed è con lui cresciuto durante questi 41 anni di vita terrena, lo ricorda sempre col sorriso, lo descrive come un amicone , di quelli che amano stare in compagnia. Di quelli che chiami per unna chiacchiera, un aperitivo al bar. Di quelli che ti riempiono la giornata perché alleggeriscono le situazioni quotidiane. Nella sua pagina fb che condivideva con la moglie Serena, tanti i messaggi di saluto ed incredulità.Ma anche tante le foto: lui con le bambine, lui che bacia la moglie, lui in giro per il mondo con la famiglia. Avevano organizzato per la settimana prossima, una vacanza a Capri.Che dire….Siamo fatti per il Cielo. Questo conta e nulla più. Ci uniamo in maniera calorosa al dolore della famiglia e con il più sentito affetto, auguriamo che presto il Signore possa aprire la strada della speranza.

 

About Redazione (10670 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: