GRANDE MOBILITAZIONE A PIEDIMONTE MATESE, DOMANI 3 MARZO, PER GRIDARE NO ALLA GUERRA

Piedimonte Matese. Anche Piedimonte Matese si mobilita per essere vicina al popolo ucraino  sotto le bombe di Putin per una guerra senza senso. E’ prevista per domani, infatti, una marcia per la pace che parte da Piazza Roma nel cuore della citta’, voluta dall’amministrazione comunale, le scuole, la comunità Montana del Matese,  il Parco del Matese il Movimento per la pace, coordinato da Agnese Ginocchio e non ultima l’Azione Cattolica diocesana.

Tutti insieme, per dire no alla  guerra che in queste ore vede la Russia aggredire l’Ucraina con tantissime vite umane, spezzate dalle bombe di un conflitto assurdo ed inutile come tutte le guerre. Fu proprio Giuseppe Dossetti uno dei principali ideatori dell’articolo 11 della Costituzione che tutti dovremmo imparare fin dalla tenera età,  in cui scriveva nero su bianco che “l’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”. Purtroppo, spesso dimentichiamo che la guerra non ha vincitori né vinti. Nella guerra come qualsiasi altro conflitto violento si perde sempre. ”Noi, è per questo che andiamo in piazza a manifestare con una marcia della pace – hanno detto un coro  la vice sindaco di Piedimonte Matese Bernarda De Girolamo e l’Assessora Loredana Cerrone – domani, deve essere per tutti noi un momento di profonda riflessione e comprendere che la guerra non ha senso, non porta al bene”. Anche nell’Istituto che io dirigo -dice De Girolamo –  il prossimo 4 marzo, vogliamo ancora una volta ribadire con forza il non senso di una guerra e che certi intese vanno raggiunte solo con il negoziato e la ragione. Nella mia scuola, il Liceo, il no alla guerra lo diciamo   attraverso la musica, quale messaggio universale, dando il benvenuto con l’orchestra del Liceo Musicale, alla banda della Nato che ci onora della sua presenza, esibendosi nella nostra aula magna, davanti a studenti e docenti. Anche quella esibizione – conclude la vice sindaco –  dovrà essere per tutti noi un momento importante per gridare convinti no alla guerra e pregare per il popolo ucraino”.

“Anche L’Azione Cattolica Diocesana di Alife Caiazzo  – si legge in una nota della Diocesi –  condivide ‘il grido della pace’ di cui Papa Francesco si è fatto interprete e rinnova il proprio impegno a essere un anello di quella grande catena di donne e uomini di speranza, di dialogo e di solidarietà che considerano la pace un bene prezioso che supera ogni barriera, da promuovere e tutelare sempre. La difesa della libertà e dei diritti ha un valore immenso perché senza libertà e senza diritti tutto il resto perde valore. L’aggressione militare all’Ucraina ricaccia l’Europa ed il mondo intero in un passato terribile e sanguinoso. In questo spirito –conclude la nota –  il Consiglio Diocesano dell’Azione Cattolica di Alife-Caiazzo aderisce alla Marcia della Solidarietà per l’Ucraina di giovedì 3 marzo”.

About Lorenzo Applauso (2398 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: